Piano di dieta tiroidea per la perdita di peso: alimenti da mangiare, cibi da evitare e un piano alimentare di esempio

Gli ormoni tiroidei svolgono molte funzioni nel tuo corpo, ma forse quello con cui hai più familiarità è il ruolo nella regolazione del metabolismo. La tiroide aiuta a mantenere i livelli di energia e stimola la combustione di calorie (termogenesi) . Quando funziona correttamente, questo organo può aumentare o diminuire la velocità con cui si bruciano calorie, a seconda di ciò di cui il corpo ha bisogno. Se la tua funzione tiroidea è bassa o inibita, non è in grado di fare il suo lavoro in modo efficace, il che può gettare il tuo metabolismo fuori controllo. Ci sono una serie di motivi per cui la tiroide potrebbe non funzionare al suo livello massimo e li esploreremo in questo articolo. Vedremo anche la dieta ideale per la funzione tiroidea e finiremo con un menu di esempio di cibi da evitare e cibi da mangiare. Leggi il piano di dieta tiroidea per la perdita di peso di seguito.

Cos’è la tiroide?

La ghiandola tiroidea si trova nel collo, proprio sotto il pomo d’Adamo. Consiste di due lobi che sono collegati da una banda di tessuto noto come istmo. La tiroide richiede iodio, che puoi ottenere da alghe, frutti di mare e sale iodato, per produrre ormoni tiroidei .

Questi ormoni influenzano la velocità con cui il tuo corpo utilizza l’ossigeno e produce energia. Influenzano anche la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la temperatura corporea, l’umore, il peso, la forza muscolare, i cicli mestruali nelle donne, la fertilità negli uomini e nelle donne, la salute della pelle, la digestione, la funzione di memoria, le capacità di concentrazione e altro ancora .

Gli ormoni tiroidei sono considerati “catabolici”, il che significa che abbattono le molecole per rilasciare energia. L’ormone tiroideo attivo più circolante aumenta il numero di calorie bruciate e aumenta il metabolismo basale . Se la tiroide non funziona correttamente e non produce o attiva abbastanza di questi ormoni, potresti avere più difficoltà a perdere peso perché il tuo metabolismo basale è inferiore a quello che dovrebbe essere.

Cos’è l’ipotiroidismo? La sottoattività della ghiandola tiroidea è nota come ipotiroidismo. Si stima che il 4% delle persone negli Stati Uniti abbia questo disturbo, ma la maggior parte non viene diagnosticata perché di solito viene fornita con pochi o nessun sintomo .

L’incapacità della ghiandola tiroidea di produrre abbastanza ormone tiroideo può essere causata da diversi fattori tra cui:

  • Malattia di Hashimoto – una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca la ghiandola tiroidea
  • Tiroidectomia – la rimozione chirurgica di tutta o parte della ghiandola
  • Radioterapia per ipertiroidismo – trattamento per una ghiandola tiroidea iperattiva
  • Ipotiroidismo congenito – congenito significa che sei nato con esso.

Ci sono anche diverse condizioni di salute che a volte sono associate a malattie della tiroide. Questi includono:

  • Diabete di tipo 1 – una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca le cellule produttrici di insulina del pancreas e provoca alti livelli di zucchero nel sangue
  • Celiachia – una malattia autoimmune innescata dal consumo di glutine, che causa malassorbimento di sostanze nutritive e altre condizioni di salute
  • Fibromialgia – una condizione che causa dolore diffuso e tenerezza in tutto il corpo
  • Lupus – una malattia cronica autoimmune del tessuto connettivo che può danneggiare qualsiasi parte del corpo Molte persone con ipotiroidismo non hanno sintomi.

Di conseguenza, è possibile consultare un medico su qualche altra condizione e non rendersi mai conto che la ghiandola tiroidea è sottoperformante. Se ti è stato diagnosticato l’ipotiroidismo, è importante capire che questa condizione può essere controllata.

In alcuni casi, il farmaco per la tiroide potrebbe dover essere regolato di volta in volta, ma la maggior parte delle persone è in grado di gestire con successo la propria malattia e godersi una vita normale.

Quali nutrienti sono importanti per la salute della tiroide

Pur non essendo un sostituto dei farmaci prescritti dal medico, la dieta è uno dei modi per aiutare a gestire l’ipotiroidismo e sostenere la ghiandola tiroidea. In termini di vitamine e minerali, i nutrienti che hanno il maggiore impatto sulla salute della tiroide includono:

Vedi anchePiano alimentare dietetico a 1200 calorie 14 giorni: perdere peso in soli 14 giorni

Iodio

Lo iodio è un componente degli ormoni tiroidei. Infatti, una carenza di iodio è la causa più comune di ipotiroidismo nel mondo.

Per fortuna, questo problema può essere facilmente corretto. Puoi ottenere la tua RDA per lo iodio da alghe e frutti di mare o dal sale iodato. Se ti è stato diagnosticato l’ipotiroidismo, non ridurre l’assunzione di iodio. Invece, parlate con il vostro medico se un integratore può essere giusto per voi. Puoi anche controllare la marca di sale che usi per assicurarti che sia iodato e fare un passaggio se appropriato.

Selenio

Il selenio è un altro nutriente importante per la salute della tiroide. Questo minerale lavora con la vitamina E per aiutare a proteggere la ghiandola tiroidea dai danni dei radicali liberi, che spesso si verificano a causa di disturbi autoimmuni come la malattia di Hashimoto .

I cereali integrali e le noci del Brasile sono ricchi di selenio. Altre buone fonti di questo nutriente includono ostriche, manzo, pollo e agnello.

Mentre l’aggiunta di alimenti ricchi di selenio è un ottimo modo per assicurarsi di ottenere abbastanza di questo minerale, l’integrazione non è sempre raccomandata. Questo perché gli integratori spesso forniscono grandi dosi di sostanze nutritive e il selenio può essere tossico in grandi quantità.

Zinco

Lo zinco è un minerale importante per la salute della tiroide perché aiuta il tuo corpo a convertire T4 in T3. Queste sono le due principali forme di ormone tiroideo, quindi se hai problemi con la conversione di T4 in T3, allora lo zinco può essere utile .

È possibile ottenere la dose giornaliera raccomandata (%RDA) per lo zinco da ostriche, manzo, pollo e agnello. Ma se stai assumendo farmaci per la ghiandola tiroidea, è importante assicurarsi di ottenere anche abbastanza zinco ogni giorno.

Quali nutrienti sono dannosi per la salute della tiroide?

Le persone con ipotiroidismo dovrebbero monitorare la loro assunzione di alcuni nutrienti, tra cui:

Goitrogens

I goitrogens sono sostanze che possono interferire con l’assorbimento di iodio e causare un gozzo. Il gozzo è una condizione che si verifica quando la ghiandola tiroidea si ingrandisce a causa di una carenza di iodio .

Diversi alimenti contengono goitrogens. Questi includono:

  • Verdure crocifere – queste verdure possono essere sane, ma contengono anche sostanze che interferiscono con l’assorbimento di iodio
  • Cacao e soia – questi alimenti contengono sostanze chimiche che possono interferire con la ghiandola tiroidea
  • Prodotti a base di soia come tofu, miso e tempeh – alcuni di questi sono salutari per tutti con una dieta a basso contenuto di carboidrati, mentre altri potrebbero non esserlo.
  • Semi come semi di lino e sesamo – questi possono essere salutari per tutti con una dieta a basso contenuto di carboidrati, ma solo se sono immersi per eliminare gli antinutrienti
  • Olio di canola, olio di semi di cotone e olio di colza – tutti questi possono causare problemi se consumati in eccesso. Se si dispone di ipotiroidismo, è meglio ridurre al minimo l’assunzione di questi oli.

Alcuni metodi di cottura o preparazione possono aiutare a ridurre o inattivare i goitrogens in alcuni di questi alimenti.

Qual è la migliore dieta per i pazienti tiroidei per perdere peso?

L’ipotiroidismo non è sempre causato da una ghiandola tiroidea inattiva. Invece, a volte è il risultato di troppa infiammazione e di un sistema immunitario iperattivo, spesso in combinazione con un’altra malattia autoimmune o malattia cronica.

A volte queste persone hanno altre condizioni che interrompono il metabolismo del glucosio. Molte di queste persone si sentono meglio e perdono peso quando passano a una dieta controllata dai carboidrati perché:

  • Sono in grado di ridurre o eliminare i loro farmaci
  • I loro livelli di zucchero nel sangue e di insulina si stabilizzano, portando ad una riduzione della fame e delle voglie

La glicemia stabile è la chiave per i pazienti tiroidei perché spesso lottano con le oscillazioni di zucchero nel sangue, che li rendono più propensi a mangiare troppo. Una dieta controllata dai carboidrati può aiutare a risolvere questo problema.

Quando si segue una dieta controllata da carboidrati per la perdita di peso, è importante:

  • Sostituisci i carboidrati raffinati che elimini con cereali integrali, grassi sani e quantità moderate di proteine di alta qualità. Ciò garantisce che i livelli di zucchero nel sangue e di insulina rimangano stabili e riducano la fame e le voglie.
  • Mangia molte verdure e fonti sane di carboidrati ricchi di fibre come le bacche. Anche se questo potrebbe non portare a una drammatica perdita di peso, ti aiuterà a mantenere un sano livello di zucchero nel sangue e ti renderà più facile attenersi al tuo programma di dieta.
  • Inoltre, poiché l’ipotiroidismo è talvolta il risultato di una malattia autoimmune, seguire una dieta autoimmune rigorosa può essere utile se la malattia ha fattori scatenanti dietetici (come la celiachia).

Vedi ancheCome rimanere a dieta: semplici consigli e trucchi per aiutarti a tenerti impegnato nella tua dieta

Questo piano elimina gli alimenti che sono comunemente associati all’innesco di reazioni immunitarie in quelli con malattie autoimmuni. Molte persone scoprono che si sentono meglio e perdono peso quando seguono una tale dieta.

L’app BetterMe ti caccerà fuori dal funk mentale, si scrolla di dosso il tuo peso extra, ti libererà dalle tue abitudini di zapping energetico e ti aiuterà a scolpire il corpo dei tuoi sogni. Incuriosito? Sbrigati e cambia la tua vita in meglio!

Le restrizioni dietetiche per alcune diete per malattie autoimmuni sono:

Glutine

Questa è una proteina presente in alcuni cereali, tra cui grano, orzo, segale, farro, kamut e triticale. Può causare infiammazione in tutto il corpo in quelli con malattia celiaca. A volte le persone con una malattia autoimmune hanno maggiori probabilità di avere o sviluppare altri. Per questo motivo, potresti voler parlare con il tuo medico di essere testato per la sensibilità al glutine se hai un’altra malattia autoimmune o segni di uno come la tiroidite di Hashimoto .

Nightshade Verdure

Queste verdure possono anche causare infiammazione, quindi a volte sono evitate da quelli con malattie autoimmuni .

Latticini

Questo include la maggior parte dei prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, alcune persone trovano che alcuni tipi di latticini sono ben tollerati. Se non provi personalmente una reazione a un particolare alimento, non c’è bisogno di evitarlo.

Alcol e caffeina

Sia l’alcol che la caffeina possono essere irritanti per il tratto gastrointestinale e causare infiammazione. Potrebbe essere meglio evitare o limitare le bevande che li contengono.

Alimenti da mangiare sul piano di dieta tiroidea

Pur seguendo una combinazione di principi dietetici a basso contenuto di carboidrati e autoimmuni, ecco alcuni alimenti che le persone con ipotiroidismo possono mangiare:

Uova

I tuorli d’uovo sono ricchi di iodio e selenio e i bianchi sono ricchi di proteine. Per questi motivi, le uova possono aiutare a migliorare la funzione tiroidea e aumentare il metabolismo .

Carne e Pesce

Tutte le carni, tra cui agnello, manzo e pollo, sono buone fonti di proteine di alta qualità. Inoltre, le carni di organi come fegato e reni sono eccellenti fonti di nutrienti tra cui vitamina A e ferro . Il pesce e altri frutti di mare sono grandi fonti di proteine, iodio e acidi grassi omega-3 antinfiammatori.

Verdura

Molte verdure contengono antiossidanti che supportano un sistema immunitario sano e proteggono dall’infiammazione . Questi includono aglio, cipolle, patate dolci, zucca butternut, carote, carciofi, spinaci, asparagi e cetrioli.

Frutta, in particolare bacche

Le persone con ipotiroidismo sono spesso a basso contenuto di vitamina C. Questo può contribuire a problemi di funzione tiroidea. Le bacche sono ricche di nutrienti di supporto immunitario in modo che possano migliorare la salute della tiroide mantenendo un sistema immunitario sano (7).

Mentre la frutta è ricca di zuccheri naturali, contiene anche molti nutrienti come vitamine e antiossidanti che supportano la funzione tiroidea e un sistema immunitario sano, oltre a fibre che rallentano l’assorbimento di quello zucchero. Tuttavia, alcuni frutti sono più ricchi di zucchero rispetto ad altri, quindi potrebbe essere meglio limitare l’assunzione di datteri e altri frutti secchi.

Noci e semi

Noci e semi sono buone fonti di grassi sani, fibre, vitamine, minerali e antiossidanti. Possono anche ridurre l’infiammazione nel corpo in modo che siano buoni per quelli con tiroidite di Hashimoto . Per questi motivi, è bello includere noci e semi nella dieta.

Vedi anchePiano di dieta di sfida di 10 giorni per iniziare il tuo viaggio di perdita di peso con uno slancio eccellente

Cereali e semi senza glutine

Includere cereali e semi senza glutine nella dieta può aiutare a fornire una buona fonte di fibre, vitamine, minerali e antiossidanti. Può anche ridurre l’infiammazione nel corpo (8). Per questi motivi, è meglio includere cereali integrali nella dieta se si è in grado di tollerarli.

Alcuni dei migliori cereali senza glutine per un piano di dieta tiroidea includono:

  • Riso
  • Grano saraceno
  • Quinoa

Condimenti E Condimenti

Mentre si desidera limitare gli alimenti altamente trasformati, ci sono alcuni condimenti e condimenti che forniscono molto sapore senza molte conseguenze negative.

Ad esempio, l’olio d’oliva è ricco di vitamine E e K in modo che possa migliorare la funzione tiroidea. Inoltre, l’aceto di sidro di mele contiene acido acetico che può avere proprietà antivirali. Pertanto, va benissimo mangiare condimenti e condimenti fatti con questi ingredienti, soprattutto se li fai da solo.

Alimenti da evitare sul piano di dieta tiroidea

Fortunatamente, non devi evitare molti cibi se hai l’ipotiroidismo. Tuttavia, gli alimenti che contengono goitrogens dovrebbero essere consumati con moderazione e cucinati idealmente.

Per perdere peso sul piano di dieta tiroidea, evitare:

Miglio

Questo è ricco di goitrogens quindi dovrebbe essere mangiato con parsimonia.

Prodotti a base di soia

I prodotti a base di soia sono comunemente lavorati in modo che siano meglio evitati soprattutto per le persone che hanno una malattia autoimmune. Sono spesso ricchi di fitoestrogeni che possono interferire con la funzione tiroidea .

Alimenti altamente trasformati

Hot dog, carni per il pranzo, pasticcini e altri alimenti altamente trasformati dovrebbero essere limitati o eliminati perché non forniscono molto in termini di nutrizione e possono interferire con la funzione tiroidea . Contribuiscono anche all’aumento di peso.

Bevande contenenti caffeina e alcol

Sebbene la caffeina non influenzi direttamente la funzione tiroidea, può interferire con l’assorbimento dello iodio da parte del corpo e, pertanto, dovrebbe essere limitata o evitata. L’alcol può interferire con la sintesi dell’ormone tiroideo, quindi dovrebbe anche essere limitato o evitato.

Il corpo magro e tonico non è solo una fantasia inverosimile. Dai un’occhiata all’app BetterMe e guardala spingere il tuo viaggio di perdita di peso in marcia alta!

Esempio di piano di dieta tiroidea

Questo piano alimentare fornisce una buona quantità di proteine, una moderata quantità di carboidrati e nutrienti adatti alla tiroide.

Primo giorno

  • Colazione: avocado e uova su pane tostato
  • Pranzo: Insalata di tonno
  • Cena: patate dolci arrosto e salmone scottato in padella
  • Spuntini: noci del Brasile

Secondo giorno

  • Colazione: Farina d’avena con frutti di bosco
  • Pranzo: bistecca alla griglia e patate
  • Cena: Insalata di pollo
  • Spuntino: bastoncini di carota

Terzo giorno

  • Colazione: Frullato a base di yogurt, frutti di bosco e semi di lino
  • Pranzo: Insalata di pollo
  • Cena: curry di ceci e riso
  • Spuntini: Pistacchi, mela

Quarto giorno

  • Colazione: Uova strapazzate con pomodori e spinaci e pane integrale
  • Pranzo: curry di ceci e riso
  • Cena: pollo al forno e cavolfiore arrosto
  • Spuntini: sedano con burro di arachidi, yogurt magro

Quinto giorno

  • Colazione: Frittata con asparagi, funghi e formaggio di capra
  • Pranzo: Pasta integrale con salsa marinara
  • Cena: pesce bianco, riso e broccoli
  • Spuntini: Yogurt con frutti di bosco

Sesto giorno

  • Colazione: avocado, uova e pane tostato
  • Pranzo: insalata di gamberetti
  • Cena: Cosce di pollo al forno con patate arrosto
  • Spuntini: Mela con burro di mandorle

Settimo giorno

  • Colazione: Quinoa e ciotola di uova
  • Pranzo: patate dolci arrosto e insalata di lenticchie
  • Cena: salmone al forno e riso integrale
  • Spuntini: Mandorle

Conclusione

Un piano di dieta ipotiroidismo non deve essere complicato e difficile da mantenere per tutta la vita. Invece, un piano di dieta tiroidea può essere abbastanza semplice da seguire e mantenere se sai quali cibi mangiare, evitare e quali ricette dovresti preparare.

Per perdere peso con questa dieta, scegli cibi integrali ad alto contenuto di sostanze nutritive e limitano gli alimenti altamente trasformati evitando cereali contenenti glutine (se necessario), soia, bevande contenenti caffeina e alcol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *