Ricette macrobiotiche: 3 gustosi pasti che puoi preparare

La parola macrobiotica deriva dalle parole greche “makros”, che significa “lungo”, e “bios”, che significa “vita”. In poche parole, la macrobiotica si riferisce agli alimenti che si ritiene promuovano la salute bilanciando l’energia vitale di una persona o il Qi nel tempo. La macrobiotica è stata fondata in Giappone nel 1826 dal medico Mikao Usui ed è diventata sempre più popolare negli Stati Uniti oggi.

Ma quali sono i benefici di questo stile alimentare? E qualcuno può trarne beneficio, o funziona solo per certi tipi di persone? Continua a leggere per imparare un po ‘di diete macrobiotiche e ottenere alcune ricette che puoi usare.

Cos’è la dieta macrobiotica?

Mikao Usui inizialmente concepì la macrobiotica in Giappone nel 1826. Ha sviluppato la convinzione che sia possibile riequilibrare il Qi all’interno del corpo di una persona seguendo una dieta a base di cereali integrali, pesce, verdure e frutta.

Alcuni seguaci credono che fare scelte positive verso le proprie abitudini alimentari renda possibile portare più equilibrio nella vita in generale. Tuttavia, questa convinzione non è stata scientificamente provata.

La popolarità della macrobiotica negli Stati Uniti è iniziata durante il 1960 a causa di un interesse per le abitudini alimentari dei giapponesi durante quel periodo. Ha guadagnato popolarità nel 1970 grazie a un libro scritto da George Ohsawa, un americano che ha studiato con un maestro macrobiotico giapponese.

La versione popolare di oggi della dieta comprende cereali integrali, verdure che crescono fuori terra (come i broccoli), frutta, verdure di mare (alghe secche come il wakame), fagioli e altri legumi, prodotti a base di soia (come il tofu) e noci e semi. Questa dieta è anche povera di zuccheri e sale.

Come funziona la macrobiotica?

Secondo i seguaci di questa dieta, tre elementi principali contribuiscono al benessere: mente, corpo e spirito. Quando questi elementi sono bilanciati all’interno dell’energia vitale di una persona (Qi), si ritiene che tutte le malattie saranno curate e la salute migliorerà. Questo sistema di credenze non è stato scientificamente provato; tuttavia, alcuni dei concetti di questo stile alimentare hanno dimostrato di ridurre il cancro e il rischio di malattie croniche, come mangiare più frutta, verdura e cereali integrali.

La teoria alla base di come funziona il cibo stesso include due credenze centrali:

  1. Si dice che il cibo sia vivo, il che significa che il cibo contiene vita, energia e coscienza.
  2. Mangiando questo tipo di cibo, si ritiene che l’energia vitale di una persona diventerà equilibrata nel tempo, portando così a uno stile di vita più sano in generale.

Cosa si può mangiare con una dieta macrobiotica?

Secondo chi pratica la macrobiotica, carne e latticini non sono ammessi; tuttavia, alcuni discutono sul fatto che il pesce possa essere incluso o meno nella dieta. Alcuni praticanti includono anche cibi fermentati; tuttavia, altri non li includono perché tendono a contenere lievito che credono possa stressare il tratto digestivo.

Circa il 40-60% della dieta macrobiotica quotidiana dovrebbe consistere in cereali integrali. I cereali integrali sono l’aspetto più critico di questa dieta perché si dice che contengano più energia vitale e coscienza rispetto ad altri cereali.

Gli alimenti macrobiotici includono:

  1. Fagioli e legumi in qualsiasi forma, come freschi, secchi o congelati.
  2. Cereali integrali non modificati, tra cui riso integrale, grano saraceno, miglio, quinoa, segale, avena e orzo. Il grano germogliato è accettabile anche per coloro che lo mangiano.
  3. Verdure che crescono sopra la terra come patate, cipolle e pomodori.
  4. Frutta, tra cui mele, banane e pere; tuttavia, i frutti dovrebbero essere mangiati moderatamente a causa del loro alto contenuto di zucchero. Inoltre, tieni presente che i meloni come i cocomeri contengono un’elevata quantità di zucchero.
  5. Verdure come broccoli, porri, alghe e patate sono accettabili per coloro che mangiano carne.
  6. Noci e semi non salati possono anche essere inclusi nella dieta purché non abbiano altro sale o condimenti aggiunti. Le noci accettabili includono mandorle, castagne, noci e semi di sesamo; tuttavia le arachidi dovrebbero essere evitate perché sono in realtà legumi.
  7. Le verdure di mare come le alghe possono essere mangiate, ma è essenziale ricordare che alcune contengono elevate quantità di iodio, quindi dovrebbero essere usate solo con parsimonia.

Cosa non può essere mangiato con una dieta macrobiotica?

Diversi alimenti non sono ammessi su una dieta macrobiotica. Questi includono:

  1. Qualsiasi alimento a base di zucchero raffinato, compresi succhi di frutta e soda. Yogurt, miele e melassa sono consentiti con moderazione purché il prodotto non contenga zuccheri bianchi aggiunti.
  2. Latticini come latte, formaggio, burro e uova. Il burro è usato a volte nelle ricette di cottura; pertanto, si consiglia di controllare la ricetta per i latticini prima di prepararla a casa. Il formaggio dovrebbe essere evitato a causa del suo alto contenuto di grassi.
  3. Il riso bianco, che è stato lucidato per rimuovere la buccia esterna, può anche essere incluso nella dieta; tuttavia, il riso integrale è raccomandato invece perché contiene più sostanze nutritive.
  4. La carne rossa non è consentita, anche con moderazione.
  5. Gli alimenti trasformati non sono ammessi perché contengono molto zucchero raffinato e grassi malsani.
  6. L’alcol non dovrebbe essere consumato sulla dieta macrobiotica perché è considerato tossico per il corpo.

Betterme ti manterrà focalizzato sul laser sul tuo viaggio di perdita di peso! Piani pasto ricchi di sostanze nutritive, allenamenti di sabbiatura, sfide galvanizzanti e molto altro. Prova a utilizzare l’app e vedi di persona!

Quali sono i benefici della dieta macrobiotica?

Qualsiasi dieta che aumenta le verdure, diminuisce lo zucchero e il grasso e include una fonte magra di proteine come il pesce fa bene in molti modi.

Guarigione

Si dice che la macrobiotica guarisca i danni causati da una dieta occidentale moderna impropria; tuttavia, questa affermazione non è stata scientificamente provata.

Pulizia

Coloro che seguono questo tipo di dieta dicono che la tua energia diventerà meno stressata con il tempo e di conseguenza perderai naturalmente peso.

Preferenze alimentari

Alcune persone possono rompere la loro dipendenza da zucchero e grano dopo essere stati sulla dieta macrobiotica per un po ‘perché questo tipo di dieta cambia le tue preferenze verso il cibo.

Perdita di peso

Se segui le regole della dieta, è possibile perdere peso escludendo cibi malsani dalla tua dieta. Se vuoi perdere più peso, si consiglia di evitare alcol e latticini perché contengono molte calorie; tuttavia altri zuccheri naturali come la frutta sono consentiti con moderazione.

Quali sono gli aspetti negativi di una dieta macrobiotica?

Ci sono alcuni motivi per cui questa dieta potrebbe non essere l’ideale per tutti.

  • Estremo per la maggior parte. Questo tipo di dieta può essere estrema per la maggior parte delle persone. Poiché è abbastanza restrittivo e può essere difficile da seguire, potrebbe non essere appropriato per tutti.
  • Senso di disconnessione. Molti di coloro che hanno provato questo tipo di dieta dicono che li ha fatti sentire disconnessi dal loro ambiente e stressati per il cibo.
  • Sensibilità alimentari. Alcune persone non consumano alcuni cereali, come il grano saraceno o la segale, a causa della loro sensibilità verso questi alimenti.

La dieta macrobiotica può aiutare a trattare le malattie croniche?

Mentre non ci sono prove assolute, la ricerca medica suggerisce che le diete composte principalmente da verdure, frutta e cereali integrali possono ridurre il rischio di diverse malattie. Alcune delle affermazioni fatte a sostegno della dieta macrobiotica includono:

Diabete

Poiché si dice che la macrobiotica guarisca il danno causato da una dieta scorretta, è stato affermato che aiuta a trattare i pazienti diabetici. Questo perché elimina l’assunzione di soda e altre bevande zuccherate incoraggiando l’assunzione di alimenti ricchi di fibre.

Epilessia

Attualmente non ci sono prove sistematiche che questo tipo di dieta possa aiutare i pazienti epilettici, ma è stato affermato che migliora la condizione.

Sindrome da stanchezza cronica

Un caso di studio ha dimostrato che un paziente con CFS ha gestito i sintomi quando ha iniziato a mangiare secondo la dieta macrobiotica. La dieta macrobiotica mostra promesse nel ridurre i livelli di affaticamento nei malati di cancro perché è antinfiammatoria, proprio come la dieta mediterranea.

3 ricette macrobiotiche facili

Budino cremoso al miglio

Comunque tu scelga di iniziare la giornata, non c’è niente di meglio che iniziare con questo budino cremoso al miglio unico nel suo genere. Pieno di bontà salutari come miglio, banane, cannella (o qualunque sia il tuo condimento preferito) e condimenti croccanti di noci – non c’è modo di resistere a quanto sia decisamente gustoso questo piatto. È anche ricco di proteine, con una consistenza abbondante che tutti adoreranno!

Ingredienti:

  • 4 tazze di latte non caseario (ho usato 2 tazze di latte di cocco leggero in scatola + 2 tazze di latte di mandorle non zuccherato)
  • 2/3 tazza di miglio crudo
  • 1/4 di tazza di agave (o dolcificante a scelta)
  • 1 cucchiaino di pasta di bacche di vaniglia (o estratto di vaniglia)
  • 1/2 cucchiaino di estratto di mandorle
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/4 di cucchiaino di sale marino

Per servire: (facoltativo)

  • Mandorle tritate
  • Bacche fresche

Disposizioni:

  1. Tostare il miglio in una casseruola a fuoco medio-alto fino a quando non inizia a scoppiare. Fai attenzione a non bruciare il miglio: vuoi un toast leggero che arriverà immediatamente dopo il pop del miglio.
  2. Aggiungere tutti gli ingredienti nella casseruola, mescolare per unire.
  3. Lasciare bollire la miscela e abbassare il fuoco a fuoco lento.
  4. Per 20-25 minuti, mescolare il miglio bollente fino a quando non è cotto.
  5. Servite in una ciotola condita con mandorle tritate e bacche fresche a vostra scelta.

L’app BetterMe ti caccerà fuori dal funk mentale, si scrolla di dosso il tuo peso extra, ti libererà dalle tue abitudini di zapping energetico e ti aiuterà a scolpire il corpo dei tuoi sogni. Incuriosito? Sbrigati e cambia la tua vita in meglio!

Grano saraceno Pilaf

Stai cercando ricette vegane e macrobiotiche? Il pilaf di grano saraceno è ricco di proteine, quindi ottimo per i vegetariani che cercano di aggiungere alcuni elementi essenziali extra. Questo pilaf degno dell’inverno è fatto da un grano delizioso e riscaldante (sia nel tatto che nel gusto!), Ricco di proteine, fibre, minerali e antiossidanti, dandogli un sapore distintivo.

Lo scricchiolio dei semi di girasole tostati completa lo scricchiolio soddisfacente delle cipolle. La parte migliore? Questa è una delle ricette macrobiotiche in inverno che può essere modificata in base a qualsiasi verdura tu voglia!

Ingredienti:

  • 1 tazza di semole di grano saraceno
  • carota
  • 3 foglie di cavolo
  • 1 cucchiaino di olio di sesamo
  • 1 mazzetto di cipollotti
  • Grande pizzico di sale marino
  • 1 cucchiaio di shoyu o tamari
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 2 tazze di acqua
  • 1 cucchiaino di olio di sesamo tostato
  • 1/2 tazza di semi di girasole tostati

Disposizioni:

  1. Risciacquare il grano saraceno in acqua corrente fredda; un risciacquo dovrebbe essere sufficiente.
  2. Far bollire il grano saraceno in acqua e sale a piacere; coprire con il coperchio e cuocere a fuoco lento per 20 minuti.
  3. Una volta fatto, spegnere il fuoco e lasciare riposare il grano cotto per 10 minuti.
  4. Togliere il coperchio e sfumare il riso aggiungendo un po ‘di salsa di soia.
  5. Taglia a dadini il cavolo e le carote.
  6. Soffriggere le verdure in olio di sesamo.
  7. Aggiungere il grano saraceno e mescolare leggermente.
  8. Tostare i semi di girasole fino a colore dorato chiaro.
  9. Prepara il condimento mescolando salsa di soia, olio di sesamo e succo di limone.
  10. Servire il grano saraceno condito con cipollotti tritati, semi di girasole tostati e il condimento.

Zuppa succulenta di piselli verdi

Se stai cercando ricette di zuppa macrobiotica che siano deliziose ma veloci da preparare, questa zuppa di piselli verdi è per te. È perfetto per un pranzo abbondante e può essere consumato anche a cena.

Ingredienti:

  • 1 piccola confezione di petit pois congelati o piselli da giardino
  • 1/4 cucchiaino di sale marino o q.b.
  • Pepe nero macinato fresco
  • Olio d’oliva biologico q.b.
  • Una spremuta di succo di limone
  • Foglie da decorare o da aggiungere

Disposizioni:

  1. Far bollire i piselli in una pentola con una tazza d’acqua.
  2. Aggiungere sale, pepe e succo di limone a piacere.
  3. Una volta cotto, togliere il fuoco e aggiungere l’olio d’oliva.
  4. Lasciare raffreddare.
  5. Frullare fino a ottenere un composto quasi liscio.
  6. Guarnire e servire caldo.

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto della consulenza o dell’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Qualsiasi azione intrapresa in base alle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Le diete sono fantastiche, ma il tuo corpo ti ringrazierà se integri il tuo piano nutrizionale sano con un buon allenamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *