Digiuno di 2 giorni: una semplice tecnica di potenziamento del metabolismo

Al giorno d’oggi, più persone diventano consapevoli della salute e sono un po ‘più consapevoli del loro peso. Numerose persone sono alla ricerca dei modi migliori e più veloci per migliorare le loro abitudini alimentari e dimagrire allo stesso tempo. Tuttavia, quando si tratta di perdita di peso, perdere chili velocemente non è il modo più sano possibile. Poiché la tua salute è una delle cose più importanti, è necessario scegliere il metodo di perdita di peso più sicuro. Scegliere la dieta che funzionerebbe per te può rivelarsi molto difficile poiché diversi metodi di perdita di peso hanno effetti diversi su persone diverse. Una dieta di cui le persone sono entusiaste è chiamata una dieta dimagrante veloce di 2 giorni. In questo articolo, scoprirai se questo digiuno di 2 giorni per la perdita di peso è davvero efficace.

Cos’è il digiuno?

Il digiuno esiste da molto tempo. È un approccio alimentare che si basa sul principio del consumo di cibo limitato nel tempo, che alla fine può portare alla chetosi. La chetosi è un processo che si verifica quando il tuo corpo esaurisce il glucosio, che è la principale fonte di energia per il nostro corpo, e inizia a utilizzare l’accumulo di grasso come combustibile. Molte persone digiunano per motivi di salute, religiosi o culturali (15).

Questo modello nutrizionale ha guadagnato popolarità tra coloro il cui obiettivo è quello di perdere peso. Molte persone che digiunano per perdere chili seguono le regole del digiuno intermittente, che richiede di astenersi interamente o parzialmente dal mangiare per un certo periodo, prima di tornare alle normali abitudini alimentari. Gli studi suggeriscono che questo approccio alimentare può fornire benefici come la perdita di grasso, l’aumento della longevità e una salute generale migliore. Molte persone trovano questo metodo di perdita di peso più facile da seguire poiché non limita alcun particolare tipo di cibo piuttosto che il momento in cui è possibile consumarlo.

Esistono molti tipi di digiuno intermittente, che variano a seconda del tempo che limitano e delle indennità caloriche.

Ecco i tipi più popolari di digiuno intermittente:

Veloce per 12 ore al giorno

Questo tipo di digiuno intermittente è il più semplice di tutti quelli esistenti. Ti permette di mangiare durante una finestra di 12 ore e vieta il consumo di qualsiasi cibo durante il resto di 12 ore al giorno. La ricerca mostra che il digiuno per 10-16 ore può portare alla chetosi, facendo sì che il tuo corpo utilizzi l’accumulo di grasso come fonte di energia primaria, che promuove la perdita di peso. Questo tipo di digiuno intermittente è raccomandato per i principianti perché la finestra di digiuno è relativamente breve e puoi trascorrere la maggior parte del tempo di digiuno dormendo durante la notte.

Digiuno per 16 ore (digiuno intermittente 16:8)

Un altro tipo popolare di digiuno, il digiuno intermittente 16: 8, si basa sull’idea di mangiare durante una finestra di 8 ore e digiunare per il resto di 16 ore. Si ritiene che un tale approccio alimentare sia efficace perché segue il tuo orologio interno. Coloro che si attengono al digiuno intermittente 16: 8 di solito si astengono dal mangiare di notte, e parzialmente mattina e sera, e consumano tutte le loro calorie durante il giorno .

Digiuno a giorni alterni

Questo tipo di digiuno è un po ‘più avanzato, quindi i principianti potrebbero trovare difficile attenersi ai suoi requisiti. Si basa sul principio di mangiare una dieta regolare per un giorno e poi digiunare per il giorno successivo. Alcune persone scelgono di astenersi dal mangiare cibi solidi nei giorni di digiuno, mentre altri limitano il loro consumo di calorie a 500 al giorno. Nei giorni non a digiuno, è tecnicamente consentito mangiare quello che vuoi in qualsiasi quantità, ma per risultati migliori, ti consigliamo di attenerti a una dieta sana. Il digiuno a giorni alterni è uno dei tipi più rigorosi di digiuno intermittente e potresti trovare difficile attenerti ad esso per lungo tempo.

Un digiuno settimanale di 24 ore

Un tipo relativamente rigoroso di digiuno intermittente, un digiuno settimanale di 24 ore, richiede di evitare qualsiasi tipo di cibo per 24 ore a settimana. Il tuo digiuno può durare dalla colazione alla colazione o dal pranzo al pranzo. Durante le 24 ore di digiuno, puoi bere acqua, tè non zuccherato e altre bevande senza calorie. Durante i giorni non a digiuno, puoi attenerti alla tua dieta regolare, ma se vuoi raggiungere risultati migliori, sei incoraggiato a seguire una dieta sana generale. Questo tipo di digiuno non limita alcun tipo di cibo o numero di calorie consumate durante i giorni di consumo. Il digiuno per un giorno alla settimana può essere efficace nell’aiutarti a perdere peso poiché riduce l’apporto energetico settimanale.

Ottieni il tuo piano personale in base alla tua età e al tuo BMI
Seleziona il tuo sesso

Digiuno per 2 giorni alla settimana (dieta 5:2)

Questo tipo di digiuno intermittente è anche considerato piuttosto rigoroso poiché richiede di digiunare per 2 giorni alla settimana. Come diventa chiaro dal suo nome, la dieta 5: 2 si basa sul mangiare una dieta regolare per 5 giorni alla settimana e sul digiuno per il resto di 2 giorni. Durante questi 2 giorni, devi consumare un numero limitato di calorie giornaliere, circa 500 per le donne e 600 per gli uomini. Il numero di calorie richieste può variare a seconda dell’età, del sesso e del livello di attività fisica. Si raccomanda che un giorno di digiuno non dovrebbe essere seguito dall’altro giorno di digiuno, ma dovrebbero essere separati da un paio di giorni di alimentazione normale. Il digiuno 5:2, come ogni altro tipo di digiuno, favorisce una dieta equilibrata sia durante i 5 giorni di seguire una dieta regolare che durante i 2 giorni di digiuno. Assicurati che nei giorni di digiuno, il tuo menu includa molta frutta, verdura, proteine magre, grassi sani e carboidrati complessi.

Digiuno di 2 giorni

A differenza del digiuno intermittente 5: 2, un digiuno di 2 giorni si basa sul digiuno per 48 ore di fila. Questo tipo di digiuno richiede di rinunciare a qualsiasi tipo di cibo per 2 giorni e sono autorizzati a bere solo liquidi privi di calorie. Questo tipo di digiuno intermittente è entusiasta, ma offre davvero la perdita di peso desiderata?

Che tu sia una bestia da allenamento o solo un principiante che fa la tua prima incursione nel mondo del fitness e della dieta, BetterMe ha molto da offrire sia ai neofiti che agli esperti! Installa l’app e sperimenta la versatilità in prima persona!

Vantaggi rapidi di 2 giorni

Come accennato in precedenza, un digiuno di 48 ore è un tipo di digiuno intermittente che comporta una pausa di 2 giorni sul mangiare mentre si bevono solo liquidi privi di calorie. Il digiuno di 2 giorni è uno dei digiuni più duraturi, con periodi di digiuno più brevi più comuni. Proprio come altri piani di dieta, anche il digiuno di 48 ore ha i suoi benefici.

Di seguito sono riportati i vantaggi che puoi aspettarti quando fai il digiuno di 2 giorni:

Regolazione della glicemia

Il digiuno per un periodo più lungo ha un effetto maggiore sulla riduzione della glicemia rispetto al digiuno a breve termine. Quando una persona digiuna per più di 24 ore, il suo corpo inizia a usare il glicogeno, riducendo così i livelli di insulina. Quindi, il digiuno per 2 giorni può portare risultati così impressionanti, come una maggiore sensibilità all’insulina e una riduzione del 20% dei livelli di zucchero nel sangue.

Autofagia (invecchiamento lento)

I sostenitori del digiuno intermittente sostengono che questo modello nutrizionale può promuovere l’autofagia. L’autofagia, in poche parole, è un processo durante il quale il tuo corpo smaltisce le cellule danneggiate che non riescono a funzionare nel modo in cui dovrebbero. Ciò consente al tuo corpo di rigenerarsi e mantenere il corretto lavoro di tutto il suo sistema. Si ritiene che il digiuno intermittente possa portare all’autofagia perché, durante il digiuno a lungo termine, le riserve di energia si esauriscono e attiva determinati percorsi che innescano l’autofagia. Queste affermazioni sono state supportate dalla revisione della ricerca del 2018, che ha dimostrato che il digiuno e la restrizione calorica promuovono efficacemente l’autofagia.

Perdita di peso

Un digiuno di 48 ore crea un grande deficit calorico, che può aiutare la perdita di peso a lungo termine in alcune persone. Tuttavia, una persona non dovrebbe eseguire regolarmente digiuni di 48 ore.

Una revisione del 2017 , rilevato che le persone in sovrappeso e obese che si attengono alle regole del digiuno intermittente raggiungono gli stessi risultati di perdita di peso a breve termine di coloro che utilizzano metodi tradizionali di restrizione calorica. Quindi, il digiuno intermittente può essere efficace nella perdita di peso come vari piani nutrizionali che creano un deficit calorico.

Digiuno di 2 giorni per la perdita di peso: come farlo?

Il modo migliore per iniziare è smettere di mangiare a cena in un dato giorno e iniziare a mangiare con la cena come primo pasto due giorni dopo. Ad esempio, se decidi di iniziare il digiuno di 2 giorni di mercoledì, dovresti smettere di mangiare la sera in quel giorno. Inizieresti quindi a mangiare di nuovo la sera del venerdì. Attraverso questo, darai al tuo corpo il tempo di digerire il tuo ultimo pasto il mercoledì prima di dormire. Quando ti svegli giovedì, circa 10-12 ore del tuo digiuno saranno già passate.

Durante il tuo periodo di digiuno, puoi bere solo liquidi privi di calorie, come l’acqua, motivo per cui le persone chiamano anche questo metodo la perdita di peso veloce di 2 giorni in acqua. Oltre all’acqua, puoi bere anche una tisana non zuccherata senza calorie e caffè nero.

Quando arriva il venerdì sera, dovresti avere una cena leggera e semplice. Da sabato in poi, puoi gradualmente tornare alla tua dieta regolare.

È necessario rimanere idratati durante il digiuno. Cerca di bere molti liquidi per prevenire la disidratazione, che è una delle principali potenziali complicazioni dei digiuni più lunghi.

Succo di 2 giorni di perdita di peso veloce

Oltre all’acqua e ad altri liquidi privi di calorie, un altro popolare digiuno di 2 giorni è quello che chiamano la “pulizia del succo”. È un tipo di dieta restrittiva che prevede il consumo solo di succhi di frutta e verdura nel tentativo di perdere peso e “disintossicare” il corpo. Poiché queste pulizie sono restrittive in termini di gruppi alimentari e calorie, molte persone sono scettiche sui loro possibili benefici.

Come ogni altra dieta, il succo di 2 giorni veloce per la perdita di peso ha anche i suoi pro e contro.

Benefici del succo veloce:

  • Offre un sacco di micronutrienti

Varie verdure e frutta sono riempite fino all’orlo con una grande pletora di vitamine e minerali essenziali. Pertanto, bere succhi di frutta può fornire diversi micronutrienti, promuovendo così la salute generale.

  • Aumenta la tua immunità

I succhi sono ricchi di composti anti-infiammatori che sono noti per migliorare la tua immunità e aumentare la tua energia.

  • Migliora la digestione

Il consumo regolare di succhi può fornire enzimi sani che migliorano il lavoro del sistema digestivo, aumentando così tutti i processi digestivi.

Rischi del succo veloce:

  • Non raccomandato per le persone con disturbi renali

Se soffri di disturbi renali, allora il succo veloce non fa per te. Alcuni tipi di succo contengono ossalato, che è un acido che può aumentare il rischio di calcoli renali e altri disturbi renali. Ecco perché bere molti succhi di frutta può essere dannoso per i pazienti con problemi renali.

  • Fornisce un risultato a breve termine

Poiché i succhi sono complessivamente a basso contenuto di calorie, attenersi a un succo veloce di 2 giorni ti aiuterà a dimagrire, ma è probabile che i risultati della perdita di peso durino solo per un breve periodo.

  • Aumento del rischio di malattia

Consumare succhi che non sono stati pastorizzati e non hanno subito alcun altro tipo di procedura di rimozione dei batteri può aumentare il rischio di una malattia. In particolare, le persone che sono più suscettibili allo sviluppo di malattie come i bambini e le persone anziane, così come coloro che hanno un sistema immunitario indebolito.

  • Può portare a disidratazione e squilibrio elettrolitico

Bere molto succo che contiene lassativi o altri metodi di stimolazione intestinale può portare alla significativa perdita di nutrienti con le feci, che a sua volta causa disidratazione e squilibrio elettrolitico.

  • Mancanza di energia

Come già sapete, i succhi sono a basso contenuto di calorie. Il succo veloce può creare un deficit calorico estremo, non riuscendo a fornirti abbastanza energia e portando a sintomi spiacevoli come svenimenti, debolezza, sbalzi d’umore, disidratazione, fame e mal di testa.

Perdere chili a dozzine senza mettersi attraverso lo strizzatore è il sogno irrealizzabile di tutti per la perdita di peso. Ma cosa succederebbe se ti dicessimo che l’app BetterMe può farlo accadere? Mantieniti in ottima forma con i nostri allenamenti per bruciare i grassi, le deliziose ricette che risparmiano il budget e le sfide che trasformano il corpo con la nostra app!

After Care: cosa mangiare e cosa non mangiare dopo il digiuno di 2 giorni

Il digiuno può essere utile per te, ma è estremamente importante tornare in sicurezza alla tua dieta regolare dopo averla terminata. Ecco perché devi sapere quali cibi mangiare e cosa evitare dopo il digiuno di 2 giorni. Non saltare a riempire lo stomaco con cibo spazzatura subito dopo la fine del digiuno, in quanto non solo annullerà i risultati positivi, ma potrebbe persino invertirli. Può anche innescare l’intestino, portando a nausea e diarrea (1). Ecco perché è necessario iniziare lentamente. Introduci gradualmente il cibo nel tuo sistema, inizia con uno spuntino leggero, quindi passa a un pasto intero un paio d’ore dopo.

Cibi da mangiare dopo il digiuno di 2 giorni:

  • Proteina

Le proteine sono essenziali per il corretto funzionamento del tuo corpo. Ecco perché il tuo pasto dopo il digiuno dovrebbe includere una piccola porzione di cibo che contiene questo macronutriente. Può essere pesce, carne magra, pollame, legumi e fagioli, tofu e uova poiché sono ricchi di proteine ma non forniscono tonnellate di grassi saturi malsani.

  • Verdure non crocifere, meno amidacee

Scegli verdure meno amidacee e non crocifere cotte in grassi sani. Questo si aggiungerà alla tua chetosi post-veloce e renderà più facile per il tuo corpo digerire il cibo. Puoi anche consumare avocado poiché sono pieni di fibre e grassi sani.

  • Brodo di ossa

Il brodo di ossa è una delle migliori scelte di pasto dopo aver terminato il digiuno. È ricco di vari micronutrienti che promuovono il corretto funzionamento del tuo corpo e soprattutto dell’intestino poiché contiene molti minerali e gelatina, che è super benefico per la tua permeabilità intestinale.

Alimenti da evitare dopo il digiuno di 2 giorni:

  • Alimenti malsani complessivi

Alimenti che forniscono calorie vuote, alimenti altamente trasformati, ad alto indice glicemico (GI). Si consiglia di evitare cibi e bevande zuccherati in ogni momento, ma è particolarmente importante ridurne il consumo subito dopo il digiuno di 2 giorni. Questi alimenti malsani forniscono poco o nessun componente essenziale e possono anche portare ad un aumento del rischio di varie malattie gravi. E poiché il tuo corpo può essere sensibile al consumo di carboidrati dopo il digiuno, può portare a picchi di insulina indesiderati.

  • Latticini ad alto contenuto di lattosio

Si consiglia di tenere lontano da tali prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di lattosio come latte, yogurt e gelato subito dopo aver terminato un digiuno. È perché il lattosio è complessivamente difficile da digerire per alcune persone e consumarlo dopo un digiuno di 2 giorni può portare ad alcuni problemi di digestione.

  • Crocifere

Sebbene nel complesso abbiano benefici per la salute e possano fornirti molti nutrienti vitali, le verdure crocifere (broccoli, cavoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles) possono interferire con la digestione subito dopo il digiuno, portando alla gassosità. Ciò accade perché sono ricchi di fibre e contengono un trisaccaride chiamato raffinosio, che è difficile da digerire.

Digiuno di 2 giorni: perdita di peso prevista

Un digiuno di 2 giorni eseguito due volte al mese può ridurre l’apporto calorico mensile di circa 8000 calorie. Può anche aumentare il metabolismo, che ti fa bruciare più calorie durante i giorni non di digiunoPoiché un chilo di grasso è costituito da 3500 calorie, puoi aspettarti di perdere un po ‘più di 2 sterline al mese semplicemente digiunando occasionalmente.

Si consiglia di fare un digiuno di 2 giorni una o due volte al mese piuttosto che una o due volte alla settimana. Essere in grado di distanziare correttamente i tuoi digiuni di 2 giorni può portarti risultati migliori.

Digiuno di 2 giorni per la perdita di peso: rischi e restrizioni

Per quanto allettante, ci sono alcuni rischi e restrizioni che comporta un digiuno di 2 giorni per la perdita di peso. Prima di impegnarti, dovresti sapere se puoi digiunare o meno.

Dovresti astenerti dal digiuno di 2 giorni per la perdita di peso se:

  • Soffre di diabete di tipo I
  • Avere la pressione bassa
  • Sottopeso o hanno una storia di disturbi alimentari
  • Sono incinte, allattano, cercano di concepire o hanno una storia di amenorrea
  • Stanno assumendo farmaci come la pressione sanguigna dell’insulina, fluidificanti del sangue e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).
  • Hanno meno di 18 anni

È anche importante essere consapevoli degli aspetti negativi di un digiuno di 2 giorni.

Questa durata non è adatta a tutti. Più lungo è il veloce, maggiore è il potenziale di effetti collaterali.

Di seguito sono riportati i possibili effetti collaterali che potresti incontrare quando fai il digiuno di 2 giorni per la perdita di peso.

  • Fame e vertigini

Limitarsi a consumare calorie per tutte le 48 ore può essere accompagnato da una grave fame, anche se molte persone sostengono che questo effetto collaterale sia temporaneo. Ecco perché invece di scendere subito a un digiuno di 2 giorni, devi prima salire gradualmente, iniziando con digiuni più brevi.

  • Esaurimento e lentezza

A causa della sua durata, un digiuno di 48 ore può essere più difficile da rispettare rispetto ad altri metodi di digiuno. L’esaurimento è una delle principali preoccupazioni qui perché questo è un lungo digiuno. È una strategia di perdita di peso che è difficile da completare.

Oltre ai due principali rischi o effetti collaterali del digiuno di 2 giorni per il metodo di perdita di peso, ci sono altri rischi di cui dovresti preoccuparti prima di iniziare questo tipo di digiunoCome:

  • Problemi digestivi
  • Umore
  • Irritabilità
  • Insonnia e sonno travagliato
  • Nausea
  • Svenimento
  • Mal

La linea di fondo: è veloce di 2 giorni per la perdita di peso efficace?

Sì lo è. Considerando i dettagli su questo tipo di digiuno presentati sopra, il digiuno di 2 giorni può effettivamente aiutarti a perdere peso, ma i rischi sono maggiori. Potresti prendere in considerazione abitudini alimentari più sicure e più sane che non sopportano tanti rischi come questo metodo di perdita di peso. Si consiglia inoltre di provare prima digiuni più brevi per evitare gravi effetti collaterali.

Se stai considerando il digiuno di 2 giorni, assicurati di discuterne con il tuo medico o dietista. Saltare i pasti e limitare severamente le calorie può essere pericoloso per le persone con determinate condizioni mediche.

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto della consulenza o dell’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Un medico autorizzato dovrebbe essere consultato per la diagnosi e il trattamento di eventuali condizioni mediche. Qualsiasi azione intrapresa in base alle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *