Dieta mediterranea vs dieta cheto: quale è meglio per perdere peso?

La dieta dimagrante più efficiente

A causa di una vasta gamma di metodi di perdita di peso, potrebbe essere difficile sceglierne uno che si adatti perfettamente a te. Non importa quale sia il tuo obiettivo, che si tratti di perdere chili, mantenere il tuo peso o aumentare la massa muscolare, hai bisogno di una dieta che funzioni meglio per te. In tal caso, potresti voler provare alcune delle diete più popolari al giorno d’oggi, come la dieta mediterranea e Keto. Ma prima di iniziare la dieta, scopriamo prima la differenza tra la dieta mediterranea e la dieta Keto e quale è meglio per la tua perdita di peso.

Cos’è la dieta mediterranea?

La dieta mediterranea è un piano nutrizionale molto popolare che promuove la perdita di peso sostenibile e il miglioramento della salute cardiovascolare. Questa dieta non è molto limitante e non ha un unico elenco di requisiti. È complessivamente equilibrato e di solito include molta frutta, verdura, carne magra, latticini a basso contenuto di grassi, cereali integrali, fagioli, noci e semi e olio d’oliva.

Benefici per la salute della dieta mediterranea

Essendo equilibrata e sana com’è, la dieta mediterranea può offrirti molti benefici per la salute, tra cui i seguenti:

  • Miglioramento della salute del cuore

La dieta mediterranea prende il nome dai piani alimentari dei paesi mediterranei come la Grecia e l’Italia. Il motivo per cui le persone hanno iniziato a interessarsi ai piani nutrizionali di questi paesi è a causa del loro tasso di mortalità relativamente basso causato dalla malattia coronarica. Con ulteriori ricerche, gli scienziati hanno trovato il legame tra i fattori di rischio ridotti delle malattie cardiache e la dieta mediterranea, che ha reso ancora più persone desiderose di provarlo.

Seguire una dieta mediterranea può aiutare il corpo a controllare i livelli di colesterolo e ridurre il rischio di ipertensione e malattie cardiovascolariQuesto piano nutrizionale è stato sostenuto come metodo per combattere e prevenire malattie come il diabete di tipo II, l’obesità, la sindrome metabolica e le malattie cardiache.

Se desideri liberarti da tutti i chili in più che ti hanno appesantito per troppo tempo, inizia a utilizzare l’app BetterMe e revisiona tutta la tua vita!

  • Combattere il diabete

Come accennato in precedenza, la dieta mediterranea può essere efficace nell’aiutarti a combattere il diabete. La ricerca mostra che le persone che seguono questo piano nutrizionale hanno un rischio significativamente più basso di diabete di tipo IIQuindi, se sei a rischio di sviluppare questa malattia, consulta un medico e forse questa dieta può aiutarti a prevenire quella condizione.

  • Migliorare la qualità del sonno

Seguire una dieta mediterranea può essere un’ottima scelta per coloro che hanno problemi con il sonno. Uno studio suggerisce che attenersi a questo piano nutrizionale può migliorare la qualità del sonno negli anziani. Tuttavia, non ha influito sulla qualità del sonno dei giovani.

Rischi della dieta mediterranea

Sebbene sia equilibrata e abbia molti benefici per la salute da offrire, la dieta mediterranea non è un piano nutrizionale impeccabile e ha i suoi rischi.

Ecco i possibili problemi di salute associati a questo approccio nutrizionale:

  • Livelli ridotti di ferro

C’è la possibilità che tu possa avere livelli di ferro ridotti. Se vuoi seguire una dieta mediterranea, assicurati di mangiare abbastanza cibi ricchi di ferro e vitamina C, che svolge uno dei ruoli chiave nell’assorbimento di questo minerale.

  • Diminuzione della densità ossea

Quando si segue una dieta mediterranea, si deve consumare meno latticini. Ciò può portare a una mancanza di calcio e una diminuzione della densità ossea. In tal caso, consultare il proprio medico per determinare se è necessario assumere un integratore di calcio.

  • Bere alcolici

La dieta mediterranea è in qualche modo famosa per la sua assenza di restrizione del vino. Questa bevanda alcolica è una parte comune di questo piano nutrizionale. Quindi, se vuoi seguire un’autentica dieta mediterranea, potresti voler occasionalmente scolare un bicchiere di vino durante la cena. Se sei incinta, sensibile all’abuso di alcol o hai condizioni che vietano l’alcol, ti preghiamo di evitare il consumo di vino. Ricorda sempre di bere alcolici con moderazione.

Dieta mediterranea: cosa mangiare e cosa evitare?

Rispetto ad altri piani nutrizionali, la dieta mediterranea è più focalizzata sugli alimenti a base vegetale. Ecco perché spesso scoprirai che il tuo pasto consiste, in parte o completamente, di frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Questa dieta raccomanda anche l’uso di grassi sani, come l’olio d’oliva, e molte spezie quando si prepara il pasto.

Ecco le regole della dieta mediterranea:

  • La maggior parte del tuo piano alimentare comprende alimenti vegetali, come verdure, frutta, cereali integrali e grassi sani.
  • Meno spesso, ma ancora, regolarmente, dovresti consumare carne magra, pesce, pollame, uova e fagioli.
  • È possibile consumare latticini, ma solo a basso contenuto di grassi e in quantità moderate.
  • Dovresti limitare il consumo di carne rossa.
  • Ti è permesso bere vino rosso, ma non esagerare con esso.

Cosa mangiare nella dieta mediterranea?

Ora che conosci le regole principali della dieta mediterranea, è tempo di capire cosa ti è permesso mangiare quando segui questo piano nutrizionale.

Ecco gli alimenti che puoi includere nei tuoi pasti della dieta mediterranea:

  • Una grande varietà di verdure, frutta e cereali integrali
  • Grassi salutari come noci, semi e olio d’oliva
  • Quantità moderate di latticini, uova e pesce
  • Piccole quantità di carne e pollame
  • Consumo occasionale di vino rosso

Cosa evitare nella dieta mediterranea?

Sebbene la dieta mediterranea non sia molto restrittiva, ha i suoi limiti, come i seguenti:

  • Cereali raffinati, come pane bianco, pasta bianca e pasta per pizza contenente farina bianca
  • Grassi saturi come olio di cocco, burro e latte intero
  • Alimenti con zuccheri aggiunti, come pasticcini, bibite e caramelle
  • Salumi, hot dog e altre carni lavorate
  • Alimenti trasformati o confezionati

Come seguire la dieta mediterranea?

Non esiste un’unica regola del piano di dieta mediterranea, ma in generale, dovresti mangiare molta frutta e verdura, fagioli e noci, cereali sani, pesce, olio d’oliva, piccole quantità di carne magra e latticini. Sebbene si concentri principalmente su alimenti vegetali, altri ingredienti come pollame, frutti di mare, uova e latticini possono anche essere gustati con moderazione.

Quando inizi a seguire una dieta mediterranea, prima di tutto, assicurati di avere tutto il necessario per preparare i tuoi pasti in anticipo. Dovresti sempre avere graffette della dispensa come olio d’oliva, cereali integrali, pasta, tonno e pomodori in scatola. Vai a fare shopping per cibi freschi un paio di volte a settimana. Scegli con cura il tuo metodo di preparazione del cibo e, invece di friggere, opta per grigliare e cuocere a vapore. Pianificare i tuoi snack non sarà un problema. Avere qualcosa di semplice e veloce come frutta fresca, una pallina di noci, ecc..

Seguire una dieta mediterranea incoraggia anche allenamenti regolari, la condivisione dei pasti e il godimento di tutto.

Cos’è la dieta Keto?

Ora che sai cos’è la dieta mediterranea, per poter confrontare la dieta mediterranea con la dieta Keto, devi capire di cosa tratta la dieta Keto. In generale, la dieta Keto, o la dieta chetogenica, è una dieta a basso contenuto di carboidrati e ricca di grassi. Il suo obiettivo principale è quello di farti entrare nella fase di chetosi. È uno stato in cui il tuo corpo inizia a bruciare il grasso depositato per ottenere energia perché non ne ottiene abbastanza dai carboidrati. Durante questo processo, il corpo umano sta scomponendo il grasso in molecole chiamate corpi chetonici.

Una volta che il tuo corpo entra nello stato di chetosi, la maggior parte delle tue cellule inizierà a utilizzare i corpi chetonici per produrre energia fino a quando non inizierai a consumare nuovamente carboidrati. Inizialmente, la dieta Keto è stata utilizzata come metodo di gestione del diabete. Un po ‘più tardi, è stato poi usato come trattamento per l’epilessia per i bambini.

La dieta chetogenica è stata anche testata e utilizzata in contesti strettamente monitorati per il suo impatto positivo su alcune malattie.

Benefici per la salute della dieta Keto

Alcuni dei principali benefici per la salute di questo piano nutrizionale sono i seguenti:

  • Miglioramento della funzione cerebrale

Uno studio del 2019 implica che seguire la dieta Keto può rafforzare e proteggere il cervello e le cellule nervose di una persona, come aiutare una persona a evitare o controllare condizioni come il morbo di Alzheimer. Tuttavia, queste implicazioni non sono supportate da studi sull’uomo.

  • Convulsioni ridotte

Come è già stato accennato, la dieta Keto è stata utilizzata come metodo di trattamento dell’epilessia nei bambiniLa Epilepsy Foundation suggerisce che la chetosi può ridurre le convulsioni nelle persone con epilessia, specialmente quelle che non hanno risposto ad altri metodi di trattamento. Sono necessarie ulteriori ricerche su quanto sia efficace, anche se sembra avere il maggior effetto sui bambini che hanno convulsioni focali. Questa procedura è di solito strettamente monitorata da un neurologo e un dietista.

  • Miglioramento della salute del cuore

Una revisione degli studi su animali e umani su una dieta Keto ha mostrato che alcune persone hanno sperimentato un calo significativo dei livelli di colesterolo totale, colesterolo cattivo (LDL) e trigliceridi e un aumento del colesterolo buono (HDL). Alti livelli di colesterolo possono aumentare il rischio di malattie cardiovascolari. Livelli di colesterolo più bassi legati a una dieta chetogenica possono, quindi, ridurre il rischio di complicanze cardiache di una persona.

Rischi della dieta Keto

Anche se ha significativi benefici per la salute, la dieta Keto ha anche rischi ed effetti collaterali, come i seguenti (13):

  • Influenza Keto

Le persone che iniziano a seguire una dieta Keto possono sperimentare una serie di alcuni spiacevoli effetti collaterali, che viene spesso chiamata “l’influenza cheto”. Alcuni dei sintomi sono esaurimento, vertigini, costipazione, emicrania, alito cattivo, sbalzo d’umore, insonnia, nausea e vomito. Anche se con il tempo, l’influenza cheto passa, può essere un’esperienza molto spiacevole per un breve periodo di tempo.

  • Carenze nutrizionali

Una dieta Keto è una dieta a basso contenuto di carboidrati, che richiede anche di evitare molti alimenti ricchi di carboidrati che possono fornirti altri nutrienti vitali come frutta, verdura e cereali integrali. Questo può portare a varie carenze nutrizionali, che a loro volta causano altri problemi di salute. Ecco perché, se vuoi iniziare a seguire una dieta Keto, devi assicurarti di ottenere tutti i nutrienti essenziali dai tuoi pasti, o consultare un medico o un dietista e discutere l’assunzione di integratori alimentari.

  • Altri rischi

Altri potenziali rischi della dieta Keto includono calcoli renali, danno renale acuto e aritmia cardiaca.

Dieta cheto: cosa mangiare e cosa evitare?

La dieta Keto richiede di limitare il consumo di carboidrati a 20-50 grammi al giorno, che è di circa una grande patata e un chilo (mezzo chilogrammo) di verdure. Per essere in grado di ottenere tutti i nutrienti necessari dal tuo cibo, il tuo menu dovrebbe includere tutte le varietà di alimenti.

Ecco l’elenco degli alimenti che non sono relativamente ricchi di carboidrati e possono essere inclusi nel tuo piano alimentare Keto:

Alimenti da mangiare sulla dieta Keto

  • Pesce e frutti di mare
  • Verdure (verdure come spinaci, cavoletti di Bruxelles e cavoli)
  • Avocado
  • Formaggio intero
  • Uova (al pascolo, biologiche)

Alimenti da evitare nella dieta keto

  • La maggior parte dei frutti (uva e banana)
  • Grani e amidi
  • Alimenti trasformati
  • Dolci e cibi zuccherati (zucchero, gelato, caramelle)
  • La maggior parte dei fagioli e legumi

Rimettersi in forma non è mai stato così facile con la nostra rivoluzionaria app di fitness! Inizia a trasformare la tua vita con BetterMe!

Come seguire la dieta cheto?

La dieta Keto è molto povera di carboidrati, ricca di grassi e moderata di proteine. Seguendo un piano alimentare cheto, limiterai seriamente l’assunzione di carboidrati, motivo per cui devi prepararti correttamente. Come fai i preparativi pratici nello stoccaggio del tuo frigorifero e ti prepari mentalmente per il grande cambiamento a venire?

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti in questo:

  • Decidi una data, per essere in grado di preparare tutto ciò di cui hai bisogno in anticipo.
  • Pulisci la dispensa e il frigorifero da cibi ad alto contenuto di carboidrati che possono buttarti fuori dalla chetosi e sostituiscili con cibi e bevande cheto-compatibili.
  • Pianifica i tuoi pasti per la settimana. Questo ti aiuterà ad assicurarti che la tua dieta sia equilibrata, ottieni tutti i nutrienti necessari dal cibo e puoi risparmiare tempo quando sei occupato o stanco e non hai il tempo di pianificarli correttamente.
  • Durante lo shopping, leggi attentamente le etichette per assicurarti che questo alimento non superi la quantità giornaliera consentita di carboidrati e ti butti fuori dalla chetosi.
  • Se di solito sei occupato, prepara i pasti in anticipo e refrigerali o congelali.
  • Se ti senti spesso affamato, prova ad aumentare il numero di pasti a cinque o sei e riduci le loro dimensioni. Questo ti fornirà la stessa quantità di sostanze nutritive mentre soddisfi i tuoi morsi della fame occasionali.
  • Bere molti liquidi e integrare con elettroliti per evitare l’influenza cheto sopra menzionata e i suoi sintomi spiacevoli nelle prime fasi di una dieta.
  • Se senti una mancanza di energia, potresti voler ridurre i livelli di esercizio fisico durante le prime due settimane di assimilazione alla dieta.
  • Se noti che non soddisfi i requisiti nutrizionali giornalieri, consulta un medico o un dietologo e prendi in considerazione l’assunzione di integratori.

Keto vs. dieta mediterranea per la perdita di peso

Ora che sai cosa ha da offrire ogni dieta, quali sono i loro benefici, rischi e requisiti, è tempo di confrontare la dieta mediterranea con la dieta Keto per la perdita di peso.

Dieta mediterranea per la perdita di peso

La dieta mediterranea è uno stile di vita sano generale che offre un gran numero di benefici, tra cui la perdita di peso. Incoraggia il consumo di molti alimenti vegetali, che sono relativamente bassi in calorie, e limita l’assunzione di cibi raffinati e zuccheri aggiunti che per lo più forniscono calorie vuote. Ciò può comportare una perdita di peso sana e di successo. Incorporare esercizi fisici regolari in un tale stile di vita può portare risultati di perdita di peso ancora migliori.

Gli autori di una revisione sistematica della dieta mediterranea per la perdita di peso a lungo termine hanno scoperto che le persone in sovrappeso o soffrivano di obesità perdevano più peso nella dieta mediterranea che in una dieta a basso contenuto di grassi, con conseguente perdita di peso fino a 22 libbre (10 kg) in 1 anno. Il gruppo di dieta mediterranea ha ottenuto risultati simili a quelli dei partecipanti ad altre diete standard dimagranti.

Un altro studio ha dimostrato che l’aderenza a lungo termine alla dieta mediterranea era associata a un ridotto rischio di aumento di peso e grasso della pancia per 5 anni.

Quindi, puoi concludere che seguire una dieta mediterranea potrebbe aiutarti a dimagrire un paio di dimensioni poiché ha dimostrato di essere efficace nella perdita di peso. Tuttavia, i suoi risultati non sono molto maggiori di quelli di altre diete.

Dieta Keto per la perdita di peso

Una dieta Keto è spesso usata come strumento di perdita di peso. Riduce il consumo di carboidrati e promuove la perdita di peso migliorando il metabolismo e combattendo l’appetito. Una revisione sistematica del 2015 ha rilevato che quando una persona segue una dieta cheto, consuma cibi che possono aumentare la sensazione di sazietà e diminuire gli ormoni che inducono l’appetito. Tale effetto promuove la perdita di pesoI risultati di perdita di peso delle persone che hanno seguito una dieta Keto sono maggiori di quelli dei seguaci della dieta a basso contenuto di grassi. Tuttavia, a lungo termine, la dieta Keto potrebbe non essere così eccezionale poiché può essere difficile da seguire e restrittiva e incoraggia il consumo di alimenti che possono essere malsani.

Differenze e somiglianze della dieta mediterranea vs. Keto Diet

Come puoi vedere, entrambe le diete sono efficaci nella perdita di peso e possono aiutarti a perdere un paio di chili indesiderati. Ma potresti chiederti, qual è il migliore? È la dieta mediterranea ricca di fibre o carboidrati limitati e incoraggia il consumo di grassi della dieta Keto? Se si confronta la dieta mediterranea con la dieta Keto in termini di perdita di peso, la prima è più graduale, mentre la seconda è un po ‘più rapida. Se si confronta quale approccio alimentare è più sano, il primo prende il comando. La dieta mediterranea è più equilibrata e sostenibile a lungo termine senza causare problemi di salute significativi. D’altra parte, la dieta Keto limita drasticamente i carboidrati, che sono spesso sani e vitali per te.

Nonostante siano così diversi, c’è qualcosa che questi due piani nutrizionali hanno in comune, e cioè l’assenza di un rigoroso piano alimentare unico. Ciò significa che puoi regolare il piano alimentare in base alle tue preferenze, assicurandoti di ottenere il massimo dalla tua dieta pur continuando a seguire le sue regole.

La linea di fondo: dieta mediterranea vs dieta cheto, che è meglio per te?

Ora, la domanda finale: “Dieta mediterranea vs dieta Keto, che è meglio per te?” La risposta a questa domanda sta in quale sia il tuo obiettivo. Se speri in una rapida perdita di peso, allora la dieta Keto è la tua scelta qui. Se cerchi un metodo più graduale e sano per dimagrire, allora la dieta mediterranea è ciò di cui hai bisogno.

Quando si tratta di perdere peso, comunque lo si faccia, avrà sempre i suoi rischi per la salute, motivo per cui è essenziale chiedere al proprio medico o dietologo di aiutarti a definire quale piano si adatta meglio a te.

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto della consulenza o dell’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Un medico autorizzato dovrebbe essere consultato per la diagnosi e il trattamento di eventuali condizioni mediche. Qualsiasi azione intrapresa in base alle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *