Dieta a base vegetale Vs Paleo: una recensione completa

A base vegetale Vs Paleo

Siamo regolarmente bombardati da nuovi consigli dietetici da parte di «esperti» sui social media. Di tanto in tanto, belle persone in un ambiente elegante promuovono prodotti e regimi “rivoluzionari”, molti dei quali privi di qualsiasi senso. Cercare di trovare un piano dietetico veramente affidabile e scientificamente provato in tutto quel casino diventa un compito scoraggiante. Il vortice di informazioni ha lasciato molti disorientati e fuorviati. Questo articolo si concentra sul confronto di due approcci dietetici diffusi: la dieta a base vegetale e la dieta paleo. Quale degli stili di vita produrrà più benefici per la salute, quale dovresti scegliere come base del tuo menu giornaliero e quale ti aiuterà a spazzare via i chili in eccesso – scopri di seguito tutto ciò che vuoi sapere sulla dieta a base vegetale vs paleo.

Cos’è la dieta Paleo?

La dieta paleo si basa sulla premessa di mangiare esattamente ciò che i nostri antenati – i cacciatori-raccoglitori – avrebbero mangiato. L’idea è che il nostro corpo sia un prodotto dell’età della pietra, e anche se abbiamo lasciato il periodo paleolitico, la nostra biologia non è cambiata e rimane mal equipaggiata per gestire cibo spazzatura e soda. E non solo fast food, ma esclude anche ogni prodotto che l’agricoltura ci ha portato, compresi latticini, cereali e legumi. Secondo i fautori di questa dieta, il rapido passaggio ad una dieta basata sull’agricoltura non si è mantenuta in sincronia con una biologia pre-modellata per consumare solo ciò che madre natura ci dà. Si ritiene che questa discrepanza sia una delle ragioni principali della prevalenza di obesità, diabete e malattie cardiache nelle società moderne.

Ciò che è incluso in una dieta paleo è tutta la frutta, verdura, noci e semi, carni magre, in particolare animali nutriti con erba o selvaggina, pesce, specialmente quelli ricchi di acidi grassi omega-3, come salmone e sgombro, e oli di frutta e noci, ad esempio olio d’oliva o olio di noci.

No-go di questo approccio sono alimenti trasformati, zucchero raffinato, bevande analcoliche, cereali come grano e orzo, latticini, legumi come fagioli e lenticchie, dolcificanti artificiali, oli vegetali, margarina, grassi trans e patate.

Mentre la dieta paleo partecipa a un divieto consensuale su una vasta gamma di alimenti considerati dannosi, alcuni degli elementi soggetti a restrizioni come cereali o legumi sono ampiamente considerati benefici per il tuo corpo. Questo rende questa dieta piuttosto controversa. Esploriamo insieme questo problema.

Problemi e benefici della dieta Paleo

Studi recenti suggeriscono che l’uomo primitivo viveva più con una dieta vegetariana che con quella di un carnivoroIn effetti, una delle principali premesse della teoria della dieta paleo secondo cui gli esseri umani consumavano molta carne è ampiamente considerata illegittima. Per la maggior parte della storia umana i nostri antenati hanno consumato principalmente cibi vegetali, non animali – semplicemente perché era più facile raccogliere il frutto di un albero che uccidere un animale.

Problemi della dieta Paleo

Quando gli esseri umani erano impegnati in efficaci tecniche di caccia circa 40.000 anni fa, lo facevano perché avevano lasciato le calde terre ancestrali dell’Africa, che sarebbero state piene di fonti vegetali per il cibo, e ora dipendevano dalle risorse disponibili negli ambienti più freddi del sud-est asiatico e dell’Europa durante l’ultima era glaciale. Mangiare carne è stato un adattamento abbastanza recente agli ambienti di vita difficili, non solo a causa del desiderio di una diversa fonte primaria di nutrimento. I primi esseri umani fabbricavano armi e cacciavano non a causa dell'”evoluzione”, ma a causa della minaccia di morire di fame in un contesto geografico privo di nutrienti vegetali.

Se desideri liberarti da tutti i chili di troppo in più che ti hanno appesantito per troppo tempo, inizia a utilizzare l’app BetterMe e rivedi tutta la tua vita

Un’altra affermazione contro la dieta paleo che è stata menzionata in precedenza – il divieto di cibi nutrienti. I cereali integrali sono ricchi di sostanze nutritive tra cui proteine, fibre, vitamine del gruppo B, antiossidanti e minerali traccia (ferro, zinco, rame e magnesio). Una dieta ricca di cereali integrali ha dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2, obesità e alcune forme di cancro. I legumi forniscono fibre, proteine, carboidrati, vitamine del gruppo B, ferro, rame, magnesio, manganese, zinco e fosforo. I legumi sono naturalmente a basso contenuto di grassi totali, praticamente privi di grassi saturi e, poiché sono alimenti vegetali, sono anche privi di colesterolo. La dieta paleo ti distoglie dalle vitamine e dai microelementi necessari sulla base di una teoria che non è supportata da prove.

Infine, l’enfasi della dieta paleo sul consumo di carne può essere piuttosto pericolosa. La carne rossa non è considerata una fonte proteica sana ed è collegata ai maggiori rischi di malattie cardiache, ictus e cancro (4). Questo non significa che le piante siano la tua unica opzione: i frutti di mare sono un’alternativa straordinaria. D’altra parte la bistecca di manzo come proposta dalla dieta paleo non è la scelta migliore.

Benefici della dieta Paleo

Tuttavia, la dieta paleo ha alcuni benefici:

  • Per uno, è più probabile che tu mangi una dieta pulita priva di additivi, conservanti e sostanze chimiche.
  • Per un altro, ci sono benefici anti-infiammatori che sono disponibili solo dai nutrienti in frutta, verdura, oli, noci e semi.

Paleo Dieta E perdita di peso

La dieta paleo è considerata come un contributo alla perdita di peso.

Questo contributo si presenta principalmente sotto forma di una migliore sazietà – una sensazione di pienezza tra i pasti, a causa del maggiore apporto di proteine e grassi. Quindi, raramente si sentono morsi della fame, e quindi si può evitare di mangiare troppo snack o semplicemente mangiare troppo in generale. Le scelte alimentari limitate (che non è il modo migliore per perdere peso) aiutano anche molte persone a perdere peso. Eppure alcuni studi hanno trovato la dieta paleo efficace. Ad esempio, una revisione di 11 studi ha rilevato che questa dieta può aiutare a perdere peso, osservando che i partecipanti alla ricerca hanno perso una media di quasi 8 libbre (3,5 kg) in studi durati tra 2 mesi e 2 anniUn altro studio su 70 donne ha osservato che attenersi alla dieta paleo per sei mesi ha prodotto in media 14 libbre (6,5 kg) di perdita di grasso, con una riduzione visibile del grasso della panci.

In generale, mentre la dieta paleo è piuttosto restrittiva e controversa in termini di validità scientifica, può comunque aiutarti a perdere chili in eccesso.

Rimettersi in forma non è mai stato così facile con la nostra rivoluzionaria app di fitness! Inizia a trasformare la tua vita con BetterMe!

Cos’è una dieta a base vegetale?

La prima domanda che sorge qui potrebbe essere come è diverso da una dieta vegana. Il veganismo è uno stile di vita che segue l’imperativo etico di non danneggiare nessuna creatura vivente. Pertanto, il veganismo comprende non solo le scelte alimentari, ma anche cosmetici, prodotti per la cura della pelle, abbigliamento, ecc. Al contrario, una dieta a base vegetale è tutto ciò che c’èCioè, le persone che seguono una dieta a base vegetale non sono necessariamente motivate dall’etica, quindi è del tutto possibile per loro acquistare cose contenenti ingredienti di origine animale. Inoltre, seguire una dieta a base vegetale non significa escludere completamente prodotti di origine animale come carne o latticini. Invece, si dovrebbe ridurre al minimo il consumo di queste cose. In breve, una dieta a base vegetale è una versione moderata del veganismo.

Questo è esattamente il modo in cui utilizza tutti i benefici della dieta vegana  evitando gli aspetti negativi del regime restrittivo.,

Benefici della dieta a base vegetale

Diversi studi hanno dimostrato che attenersi a una dieta a base vegetale può ridurre la pressione sanguigna, riducendo così il rischio di malattie cardiache, ictus e diabete di tipo 2 Mangiare una dieta a base vegetale può ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari del 16% e la morte per questa condizione di salute, di circa il 31% Questo perché la carne contiene grassi saturi, che se consumati in eccesso, possono portare a un rischio più elevato di malattie cardiache. Pertanto, riducendo il consumo di carne si riduce il rischio di malattie cardiache.

Dieta a base vegetale e perdita di peso

Infine, la dieta a base vegetale contribuisce scientificamente alla perdita di peso sana. Il Diabetes Care Study ha rilevato sostanziali differenze di indice di massa corporea (BMI) tra i non mangiatori di carne e i mangiatori di carne. Il BMI medio per i vegani era 23,6, mentre per i non vegetariani, era 28,8, una metrica qualificante per essere sovrappeso, secondo il National Heart, Lung, and Blood InstituteInoltre, secondo un altro studio, 9,25 sterline in media sono state perse da un gruppo di 65 adulti in sovrappeso che avevano seguito una dieta a base di cibi integrali e vegetali per un anno.

Questo rende una dieta a base vegetale uno dei modi migliori per iniziare gradualmente a perdere peso e costruire uno stile di vita sano senza ricorrere agli estremi del veganismo. Non sarai costretto a sbarazzarti completamente di carne o pesce- basta ridurne il consumo al minimo.

Ecco un elenco di alimenti per una dieta a base vegetale integrale:

  • Frutta: qualsiasi tipo di frutta tra cui mele, banane, uva, fragole, agrumi, ecc.
  • Verdure: un sacco di verdure tra cui peperoni, mais, avocado, lattuga, spinaci, cavoli, piselli, cavoli, ecc.
  • Tuberi: ortaggi a radice come patate, carote, pastinache, patate dolci, barbabietole, ecc.
  • Cereali integrali: cereali, cereali e altri amidi nella loro forma intera, come quinoa, riso integrale, miglio, grano integrale, avena, orzo, ecc.
  • Semi, noci e burro di noci: mandorle, anacardi, noci di macadamia, semi di zucca, semi di girasole, burro di arachidi naturale, tahini, ecc.
  • Legumi: fagioli di qualsiasi tipo, oltre a lenticchie, legumi e ingredienti simili.
  • Proteine vegetali: tofu, tempeh, fonti proteiche vegetali o polveri senza zuccheri aggiunti o ingredienti artificiali.
  • Latti vegetali non zuccherati: latte di cocco, latte di mandorla, latte di anacardi, ecc.
  • Se stai consumando prodotti di origine animale, scegli quelli biologici, coltivati localmente, allevati al pascolo e nutriti con erba.

Dieta a base vegetale Vs Paleo: quale scegliere per la perdita di peso

Dieta a base vegetale vs paleo: la maggior parte delle prove esistenti indica la dieta a base vegetale. I gruppi alimentari nutrienti non sono esclusi e gli estremi del veganismo sono evitati, che sono abbastanza difficili da rispettare e, se non seguiti correttamente, possono privarti di nutrienti essenziali. La caratteristica attraente della dieta paleo è il maggiore apporto di proteine e la sazietà che ne consegue.

Non tutte le proteine come quelle che si ottengono dalla carne rossa che sono raccomandate nella dieta paleo, tuttavia sono benefiche per la salute. Tuttavia, la dieta paleo può aiutare con la perdita di peso se seguita attentamente. Una dieta a base vegetale d’altra parte, a parte le voglie di fame più frequenti, include legumi e lenticchie nutrienti e ti offre un modo per un’efficace perdita di peso senza compromessi. Entrambe le diete possono aiutarti a far esplodere i tuoi chili, ma poiché la dieta a base vegetale evita i rischi, è la scommessa più sicura

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto della consulenza o dell’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Un medico autorizzato deve essere consultato per la diagnosi e il trattamento di tutte le condizioni mediche. Qualsiasi azione intrapresa in base alle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *