Stevia e digiuno intermittente: puoi lenire i tuoi golosi mantenendo il digiuno?

Stevia e digiuno intermittente

Il digiuno intermittente è diventato uno dei modi più popolari di digiuno usati oggi. A causa della vasta gamma di approcci, gli individui possono selezionare ciò che più si adatta a loro, in base alle loro esigenze e aspettative personali. Tra le varianti e le opzioni c’è un elemento che sembra essere spesso menzionato come causa di una certa confusione, cioè la stevia. Se la stevia e il digiuno intermittente funzionano bene insieme, cioè se è corretto usarlo durante questo tipo di digiuno è importante chiarire. Se questo è il tuo caso, dai un’occhiata al seguente articolo in cui miriamo a spiegare quali sono entrambi i concetti e chiarire anche se è appropriato consumare stevia durante un digiuno intermittente.

Il digiuno ha significativi benefici per la salute per i sistemi del corpo. L’astinenza dal cibo a lungo termine può inaugurare alcuni cambiamenti corporei come la riduzione della secrezione di insulina, la protezione contro i danni ai reni, la riduzione dello stress ossidativo del corpo e un miglioramento del funzionamento del cervello, per citarne alcuni. Una revisione sistematica del 2015 pubblicata su Molecular and Cellular Endocrinology ha anche riportato che coloro che hanno digiunato per perdere peso, oltre 10 settimane, hanno perso tra 7 e 11 sterline (4). Continua a leggere per capire meglio cos’è il digiuno intermittente e come puoi ancora mantenere il digiuno mentre lenisci la tua golosità allo stesso tempo.

Cos’è il digiuno intermittente?

Il digiuno intermittente è un programma di tempi dei pasti, a causa dell’importanza dei tempi, questa pratica è distinta dai piani dietetici. Ha una lunga storia di utilizzo. Tra le altre cose, è utile per perdere peso e semplificare la propria salute. Allo stesso modo, la sua capacità di ridurre al minimo gli effetti dell’invecchiamento è un’altra ragione per cui alcune persone hanno trovato che valga la pena intraprendereAnche se può essere difficile da praticare all’inizio, si ottiene più a proprio agio con esso attraverso un uso costante.

Quando si guarda al digiuno intermittente, è importante notare che ci sono diversi modi o metodi che si possono seguire. Di seguito è riportata una discussione di quelli comuni:

12 ore di digiuno giornaliero

Questo metodo di digiuno incoraggia l’osservatore a stare lontano dal cibo per 12 ore al giorno. Coloro che stanno appena iniziando la pratica del digiuno sono solitamente incoraggiati a iniziare con questo metodo di digiuno e quindi aumentare la durata dell’astinenza man mano che il corpo si adatta. Uno dei modi più semplici per seguire questo è includere il periodo di sonno nella finestra di digiuno. Ad esempio, puoi decidere di iniziare alle 19:00 o alle 20:00 e digiunare fino alle 7:00 o alle 8:00 (a seconda di quando inizi) il giorno successivo.

16 ore di piano di digiuno

Chiamato anche protocollo Leangains o piano 16: 8, sotto questo metodo di digiuno puoi mangiare solo per otto ore o, in altre parole, eliminare i pasti 16 ore al giorno. Quello che la maggior parte delle persone che lavorano con questo piano fanno è smettere di mangiare entro le 8 di sera e poi saltare la colazione del giorno successivo e aspettare fino a mezzogiorno prima di prendere qualsiasi cosa.

Piano di digiuno di 2 giorni a settimana

Conosciuto anche come dieta 5: 2 o dieta veloce. Coloro che seguono questo godono di un’alimentazione sana per cinque giorni alla settimana, e per gli altri due giorni riducono le calorie totali che consumano. Per le donne questo significherebbe che il limite sarebbe di circa 250 calorie al giorno (500 calorie in due giorni), e per gli uomini sarebbe di 600 (300 + 300) calorie.

Una particolarità di questo piano è che puoi scegliere due giorni della settimana qualsiasi, non necessariamente seguendosi l’un l’altro. Ad esempio, puoi scegliere di digiunare il lunedì, mangiare pasti regolari per due o tre giorni e poi avere il secondo giorno di digiuno. Ciò che è essenziale è che tra i due giorni di digiuno, ci deve essere, almeno, un giorno in cui non stai digiunando.

Intense sessioni di sudore, consigli per la perdita di peso, ricette per schiaffeggiare le labbra sono disponibili in un unico pacchetto con l’app BetterMe. E tutto è a portata di mano, inizia a trasformare la tua vita ora!

Digiuno a giorni alterni

Digiuno intermittente, a giorni alterni. Tra le diverse versioni, ciò che alcune persone preferiscono è eliminare completamente i pasti nei giorni di digiuno. Altri trovano più comodo consumare un limite di 500 calorie in quei giorni. Nei giorni in cui sono autorizzati a mangiare possono consumare secondo il loro desiderio. Coloro che stanno appena imparando a digiunare o le persone che hanno problemi di salute di solito non sono incoraggiati a seguire questo metodo.

Digiuno di un’intera giornata

Se vuoi osservare questo tipo di digiuno, non mangerai per un giorno intero (24 ore di fila) o due ogni settimana. Chiamato anche Eat-Stop-Eat, ciò che la maggior parte delle persone fa è digiunare da colazione a colazione, mentre altri iniziano il loro da pranzo un giorno fino a pranzo il giorno seguente. Durante il periodo del digiuno puoi bere qualsiasi bevanda priva di calorie come acqua e tè.

Ottieni il tuo piano personale in base alla tua età e BMI
Seleziona il tuo sesso

Saltare il piano dei pasti

La comodità di questo piano è che puoi decidere di saltare un pasto in qualsiasi momento, di solito in base al tuo livello di fame o alla disponibilità di tempo. Implicitamente, mangi solo quando hai fame Anche se questo è abbastanza facile da provare per i principianti, va ricordato che è essenziale consumare cibi sani ogni volta che si decide di mangiare.

La dieta del guerriero

Ciò che questo metodo di digiuno in genere comporta è che durante il periodo di digiuno di 20 ore, si consumano pasti molto piccoli e ogni notte (le restanti quattro ore), si mangia di più. Un’attenzione particolare dovrebbe essere data alla composizione dei pasti. Si consiglia di massimizzare su proteine, verdure e grassi salutari. Includere carboidrati complessi come cereali integrali e legumi nei pasti è essenziale.

Cos’è la Stevia?

Stevia è il nome di una pianta che ha foglie che hanno un sapore dolce. A causa del suo potenziale come dolcificante, i produttori lo usano per preparare tè e bevande dolci dal 16 ° secolo. Avendo il nome scientifico, Stevia rebaudiana Bertoni, fa parte della famiglia dei girasoli con circa 150 specieCome agente dolcificante naturale, ha pochissime calorie, motivo per cui di solito è classificato come privo di calorie. Inoltre, secondo quanto riferito, è sano come alternativa allo zucchero nella maggior parte delle bevande e dei pasti.

Inizialmente, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ne ha vietato la commercializzazione nel 1987, ma nel 1995 è stata riconsiderata per uso pubblico non sulla base del suo uso come agente dolcificante, ma come ingrediente dietetico sostenibileTra gli altri benefici, la stevia ha dimostrato di essere utile per le persone che hanno il diabete per quanto riguarda un’alternativa nutriente allo zucchero. Poiché ha un sapore da 200 a 400 volte più dolce dello zucchero, rispetto al normale zucchero grammo per grammo, ha anche benefici nell’utilizzo del volume.

La ricerca ha dimostrato che l’uso di stevia non aumenta l’assunzione di carboidrati o calorie in qualsiasi dieta e non aumenta i livelli di insulina o glucosio nel sangue. Il fatto che sia privo di zucchero e abbia poche o nessuna caloria lo classifica come utile in una dieta ben bilanciata e riduce significativamente le possibilità di aumento di pesoInoltre contiene una serie di steroli e composti antiossidanti come il kaempferolo, un flavonoide naturale che riduce al minimo il rischio di cancro al pancreas, quindi l’uso della stevia è incoraggiato.

Dieta a digiuno intermittente e stevia

Non è raro trovare persone che sono diventate dipendenti dallo zucchero e da altri agenti dolcificanti. L’aggiunta di zucchero al tè o al caffè al mattino, ad esempio, è diventata un’abitudine che è quasi indistruttibile da alcune persone. Anche se questo potrebbe non sembrare così male, se consideri i suoi effetti sulla salute su di te, potresti voler riconsiderare la tua azione. Per questo motivo, coloro che non possono fare a meno di bere bevande dolci sono preoccupati quando considerano il digiuno intermittente. Quello che vorrebbero sapere è se esiste un’alternativa o un dolcificante naturale che non influenzerebbe i loro obiettivi di digiuno.

Quando sei su un piano dietetico, ci sono restrizioni specifiche sui tipi di cibo che puoi selezionare, ma per quanto riguarda il digiuno intermittente, non hai alcuna restrizione su cosa mangiare. L’unico parametro è seguire un approccio tempestivo a quando si mangia. Quando guardi il tuo obiettivo per il digiuno, ci possono essere alcune limitazioni su ciò che puoi mangiare. Ad esempio, se il tuo obiettivo è perdere peso, dovresti sapere che tutto ciò che contiene elevate quantità di zuccheri e grassi, dovrebbe essere limitato, a causa del contenuto calorico.

Dolcificanti artificiali e un digiuno

Anche se a volte si raccomanda di limitare il consumo della maggior parte dei tipi di dolcificanti, c’è supporto per l’uso di dolcificanti artificiali in quanto non rompono un digiuno. Una delle domande più frequenti relative ai dolcificanti artificiali è se la stevia rompe un digiuno o meno. Considerando l’uso della stevia come dolcificante artificiale, alcuni rapporti mostrano che se usato durante il digiuno intermittente, non interrompe il ciclo, e quindi è un’opzione praticabile, indipendentemente dai tuoi obiettivi di digiuno.

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che il consumo di dolcificanti senza calorie ha l’effetto di aumentare l’appetito e sviluppare anche la voglia di cibi dolciCiò che si presume sia la causa di ciò è che poiché la secrezione di insulina aumenta mentre si aspetta la comparsa di zucchero nel sangue, quando ciò non accade, c’è un calo del livello di zucchero nel sangue e un aumento della fame.

Sia che tu stia semplicemente cercando di ravvivare la tua routine di fitness, ravvivare la tua dieta con deliziose ricette a basso contenuto calorico o vuoi mettere insieme il tuo atto e ridurre significativamente quel numero sulla tua bilancia – l’app BetterMe ti ha coperto! Migliora il tuo corpo e rinnova la tua vita con noi!

La stevia può rompere il mio digiuno intermittente e buttarmi fuori dalla chetosi?

Potresti seguire una dieta chetogenica perché vuoi regolare il tuo peso. Come probabilmente già saprai, l’elevato apporto di calorie è un fattore significativo nell’aumento di peso, e questo di solito è una parte fondamentale di ciò che una dieta deve affrontare. È interessante notare che, mentre miri a ridurre i carboidrati totali che consumi durante una dieta cheto, mantenere una quantità moderata di proteine in assunzione diventa più naturale.

Quando i carboidrati totali che consumi sono significativamente ridotti, il tuo corpo entra in uno stato metabolico noto come chetosi. Quando ciò accade, il grasso dei pasti e immagazzinato nel corpo viene convertito in energia. Detto questo, hai tagliato con successo l’assunzione di zucchero e rimosso la dipendenza del tuo corpo dai carboidrati nella tua dieta per l’energia. La fornitura costante di energia ti farà diventare meno affamato.

Poiché una dieta cheto mira anche a ridurre le calorie totali che consumi, la tua possibile paura è se optare per dolcificanti naturali / artificiali come la stevia potrebbe interrompere il digiuno intermittente e porre fine alla tua dieta cheto. La stevia non aumenta i livelli di insulina e zucchero nel sangue e, cosa più importante, non influisce sul piano di dieta cheto o sull’obiettivo di bruciare i grassi. Di conseguenza, se il tuo scopo per il digiuno è quello di migliorare la tua salute metabolica e / o perdere un po ‘di grasso, la buona notizia è che l’assunzione di stevia non è probabile che interferisca.

Posso avere crema e stevia nel digiuno intermittente del caffè?

Se non puoi fare a meno di avere una tazza di caffè, puoi comunque avere la tua tazza di joe al mattino. Normalmente quando non stai consumando abbastanza calorie, il tuo corpo si sente privato e affamato, rallentando così il metabolismo che utilizza il glucosio per funzionare correttamenteIn questa situazione, la caffeina può sopprimere il desiderio di pasti e aumentare il metabolismo nel frattempo. Inoltre, può aiutarti a combattere contro la “nebbia del cervello” e l’affaticamento.

Il caffè appena preparato non rompe il digiuno perché non contiene quasi calorie ed è privo di grassi. Si prega di notare che questo vale solo per il caffè nero che ha da due a cinque calorie per ogni tazza. Nel momento in cui inizi ad aggiungere cose come latte, zucchero o panna, tuttavia, stai aumentando le calorie totali nella tua bevanda e quindi romperai il digiuno.

Un’eccezione

Questa regola, tuttavia, ha un’eccezione. Se non puoi fare a meno di aggiungere panna al tuo caffè e sei sul piano di digiuno due giorni alla settimana o 5: 2, puoi aggiungere un po ‘di cremaQuesto metodo di digiuno non ti impedisce di consumare calorie in un momento specifico rispetto al piano di digiuno di 16 ore tranne che per i limiti di ciò che puoi assumere in alcuni giorni della settimana.

Avendo stabilito il fatto che non puoi aggiungere panna al tuo caffè tranne se sei su un piano di digiuno 5: 2, sei libero di mettere la stevia nella tua tazza di caffè. Questo perché non aumenta i livelli di zucchero nel sangue o di insulina. Il fatto che sia privo di calorie e che il caffè abbia poche o nessuna calorie, rende la combinazione adatta a te durante il digiuno intermittente.

Una nota di cautela per coloro che hanno alcuni problemi di salute come il diabete – è consigliabile chiedere consiglio a un medico o un dietista prima di decidere di prendere il caffè. Considera anche che il consumo di caffè può portare a insonnia, nervosismo, aumento della pressione sanguigna, nausea e altri problemi.

Digiuno intermittente e tisana con stevia

Oltre a prendere acqua e caffè durante il digiuno intermittente, un altro liquido che puoi bere è una tisana. Puoi combinarlo con la stevia se vuoi soddisfare la tua voglia di dolcezza. È interessante notare che le tisane hanno molti benefici per la salute da godere durante il digiuno. Ad esempio, sulla base di uno studio condotto nel 2016, è stato scoperto che bere una tisana come la camomilla potrebbe offrire effetti protettivi contro la mortalità (3). La ricerca condotta su donne adulte anziane di origine messicana ha rivelato che coloro che hanno bevuto camomilla hanno avuto il loro rischio di morte ridotto del 29%.

Il tè allo zenzero, un’altra tisana ben nota, ha benefici nell’alleviare i problemi di stomaco. Sulla base delle proprietà chimiche, medicinali e farmacologiche dello zenzero, aiuta a trattare diversi tipi di disturbi, tra cui emicrania, nausea, raffreddore, ipertensione e artriteLe donne incinte con sintomi di gravidanza precoce e coloro che soffrono di mal di mare hanno goduto dei benefici naturali dello zenzero. Per coloro che soffrono di gonfiore a causa dell’eccesso di gas da mangiare la cosa sbagliata o eccesso di cibo, lo zenzero può rompere i gas nel tratto digestivo e portare conforto.

Una pubblicazione del 2012 su “Ginseng, the ‘Immunity Boost’: The Effects of Panax Ginseng on Immune System”, ha rivelato che c’è molto da guadagnare dall’antica erba ginseng, che secondo quanto riferito supporta il sistema immunitario e aiuta nella prevenzione dei tumoriInoltre, liquirizia, caprifoglio e tè al dente di leone possono aiutare a disintossicare i sistemi del corpo per un funzionamento più efficace.

Come avviare un piano di digiuno intermittente?

Una volta deciso di iniziare il digiuno intermittente, i seguenti sono suggerimenti particolari che dovresti prendere in considerazione:

Rimani idratato sempre

Bere abbastanza acqua e altri liquidi privi di calorie è un’ottima idea quando ci si impegna in questa pratica.

Non essere ossessionato dal cibo

Per quanto possibile, pianifica cose che possono distogliere la tua attenzione dal cibo. Ad esempio, puoi scegliere di andare a vedere un film o occuparti di altre attività.

Prenditi del tempo per riposare e rilassarti

Durante il periodo di digiuno, dovresti evitare qualsiasi attività che potrebbe stressarti. Esercizi leggeri come lo yoga ti sosterranno positivamente.

Migliora il gusto senza aumentare l’apporto calorico

È interessante notare che puoi aggiungere spezie e condimenti ai tuoi pasti. Queste sono l’aggiunta di aceto, aglio ed erbe senza aumentare il livello di calorie che si assumono. Piuttosto che aggiungere zucchero, optare per la stevia come agente dolcificante eccellente e salutare.

Guarda il tuo apporto calorico

A seconda del piano che hai scelto per il tuo digiuno e dello scopo che hai per questa pratica, scegli tra alimenti ricchi di grassi sani, fibre e proteine. I pasti composti da cose come avocado, noci, pesce, lenticchie, fagioli e uova saranno giusti per te. Alcuni frutti che sono a basso contenuto di calorie e contengono un alto volume di acqua come melone e uva sono buone scelte. Anche le verdure crude e i popcorn scoppiati all’aria sono funzionali nell’uso corretto.

Dopo il digiuno, mangia pasti che hanno abbastanza nutrienti

Quando si termina un digiuno, consumare cibo ad alto contenuto di minerali, vitamine e altri nutrienti essenziali. Questo ti aiuterà a regolare i livelli di glucosio corporeo prevenendo le carenze nutrizionali.

Conclusione

Da tutto ciò che è stato discusso finora, è evidente che i promettenti benefici per la salute del digiuno intermittente non sono compromessi con l’uso della stevia. Se hai un debole per i dolci e non riesci a resistere alla tentazione durante il digiuno, questo agente dolcificante è un’alternativa perfetta in quanto è privo di calorie e non aumenta i livelli di zucchero nel sangue nel corpo. Ricorda solo che mentre la stevia non influisce sul digiuno intermittente, i componenti aggiuntivi come latte, zucchero, panna e altri ingredienti che contengono calorie possono finire per rompere il digiuno.

Se sei interessato a piani alimentari sani, potresti essere curioso di conoscere altri metodi per sostenere la salute del tuo corpo.

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto per la consulenza o l’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Qualsiasi azione intrapresa sulle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *