L’olio di cocco rompe un digiuno o aiuta a garantire il tuo successo a digiuno?

Il concetto di digiuno intermittente

Una risposta alla domanda “L’olio di cocco rompe un digiuno?” può essere trovata se sai quali sono le regole del digiuno intermittente, come funziona e cos’è un olio di cocco. Come forse già saprai, il digiuno intermittente è un modello alimentare, che può essere utilizzato per la perdita di peso o il mantenimento e il miglioramento della salute. Il concetto principale di qualsiasi tipo di digiuno intermittente è che ti è permesso mangiare durante un certo periodo di tempo, che può variare a seconda delle tue esigenze e preferenze e limitare completamente o parzialmente il consumo di cibo in altri momentiCome risultato di tale restrizione, il tuo corpo entra nello stato di chetosi, quando inizia a bruciare il grasso depositato, in quanto non ottiene calorie dal cibo.

Questa filosofia nutrizionale non afferma cosa dovresti mangiare o quante calorie consumano. Tuttavia, se il tuo obiettivo è quello di dimagrire, non dovresti aspettarti il risultato mozzafiato se mangi cibo spazzatura e dolci durante la finestra di non digiuno. Ecco perché, per ottenere tutti i benefici da questo modello nutrizionale, dovresti comunque evitare carboidrati raffinati e grassi saturi e trans. Assicurati di consumare anche tutti i nutrienti essenziali, sotto forma di frutta e verdura, cereali integrali e proteine magre.

Tipi di digiuno intermittente

Esistono diversi tipi di digiuno, che variano a seconda del tempo trascorso senza consumo di cibo. Uno dei tipi più popolari è un piano 16: 8, in cui il digiuno dura 16 ore ed è seguito dalla finestra di 8 ore in cui puoi mangiare (1). Esistono anche altri tipi di digiuno intermittente, come ad esempio:

  • Digiuno a giorni alterni

Il digiuno a giorni alterni si basa sul principio di mangiare normalmente un giorno, e poi, completamente o parzialmente (a meno di 500 calorie) limitando l’apporto calorico durante il giorno successivo.

  • Digiuno di 12 ore

Il digiuno di 12 ore è simile al piano 16: 8, solo qui puoi mangiare durante una finestra di 12 ore.

  • Dieta 5:2

Questo tipo comporta il consumo regolare di cibo 5 giorni alla settimana e la riduzione dell’apporto calorico in altri 2 giorni. Durante questi 2 giorni, gli uomini di solito consumano 600 calorie e le donne di solito consumano 500 calorie.

  • Dieta eat-stop-eat

La dieta eat-stop-eat è simile al tipo precedente, ma richiede di evitare di consumare qualsiasi cibo durante uno o due giorni alla settimana.

  • La dieta del guerriero

La dieta del guerriero afferma che ti è permesso consumare cibo in quantità molto piccole durante un periodo di digiuno di 20 ore, e poi avere il tuo pasto completo durante una finestra di 4 ore (3).

Se hai difficoltà a flirtare anche con l’idea di rinunciare ai tuoi cibi preferiti o allenarti fino a quando le tue gambe non cedono il passo – L’app BetterMe è qui per respirare una nuova prospettiva nel modo in cui vedi il processo di perdita di peso! Dai un’occhiata all’app e vivi il lato divertente del fitness e della dieta con BetterMe!

Valore nutrizionale dell’olio di cocco

Ora che sai quali sono i requisiti del digiuno intermittente, devi scoprire qual è il valore nutrizionale dell’olio di cocco, per rispondere alla domanda “L’olio di cocco rompe un digiuno?”.

Il problema con l’olio di cocco risiede nella sua presunta salubrità. Sebbene sia abbastanza ricco di trigliceridi a catena media (MCT) che hanno dimostrato di essere benefici per la salute, gli studi che hanno dimostrato tali effetti non hanno utilizzato l’olio di cocco stesso, ma un olio MCT al 100%. Quindi, per raggiungere il risultato benefico dell’olio MCT, dovrai consumare una quantità malsana di olio di cocco, che consiste di oltre l’80% di grassi saturi. Il consumo di grassi saturi dovrebbe essere ridotto a meno del 10% dell’apporto calorico giornaliero, se si desidera avere un corpo sano e perdere peso.

Vedi anche
Effetti collaterali del digiuno intermittente e cosa puoi fare al riguardo

Un cucchiaio (13,6 g) di olio di cocco contiene:

  • 121 kcal
  • 0g di proteine
  • 13,5 g di grassi, di cui 11,2 g saturi
  • 0g carboidrati

Come puoi vedere, l’olio di cocco è piuttosto ricco di calorie e dovrebbe essere consumato con moderazione. Nonostante il contenuto relativamente elevato di MCT in esso, non ci sono prove sufficienti sui suoi benefici per la salute. Ecco perché gli esperti raccomandano di trattarlo come qualsiasi altro grasso saturo e di ridurne il consumo.

L’olio di cocco rompe un digiuno?

Qualcuno potrebbe pensare che un paio di gocce di olio di cocco non siano così ricche di calorie. Sfortunatamente, non è il caso quando si tratta di digiuno intermittente.

Se sei determinato a digiunare correttamente, devi ammettere che l’olio di cocco è diverso dal tè o dal caffè (che sono anche spesso sotto la domanda), e dovrebbe essere escluso dalla tua razione durante un periodo di digiuno, allo stesso modo, come tutti gli altri oli e alimenti in generale. Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui puoi permetterti un po ‘di olio di cocco nel caffè durante il digiuno. Ad esempio, se ti attieni alle regole della dieta del guerriero, del digiuno a giorni alterni o della dieta 5: 2. Non limitano completamente il consumo di cibo durante un digiuno, consentendo di consumare cibi a basso contenuto calorico. Ma anche allora, è ancora meglio sostituire un cucchiaio di olio di cocco che costituirà quasi il 25% delle tue 500 calorie giornaliere, con frutta e verdura che ti forniranno nutrienti vitali..

Tuttavia, se segui una dieta eat-stop-eat, digiuno di 16: 8 o 12 ore, dovresti bere solo acqua durante il digiuno. Anche una goccia di olio di cocco può, anche se non completamente, rompere il digiuno a causa del suo alto contenuto calorico.

Conclusione

Il digiuno intermittente ha guadagnato molti nuovi seguaci in questi giorni. Anche se alcune persone lo chiamano una dieta, in realtà è un modello alimentare. Non richiede o limita il tipo di cibo o il numero di calorie che consumi, piuttosto raccomanda in quali momenti dovresti mangiare. Esistono diversi tipi di digiuno intermittente, a seconda della durata del digiuno. Sebbene non abbia regole rigide su quale cibo dovresti mangiare o escludere, afferma chiaramente che non dovresti mangiare nulla durante il tuo periodo di digiuno, a meno che tu non segua un certo tipo di digiuno, che consente di mangiare una quantità limitata di cibo durante il giorno.

Poiché l’olio di cocco è ben lungi dall’essere privo di calorie e per la maggior parte è costituito da grassi saturi, il suo consumo durante il digiuno più rigoroso e senza calorie può romperlo. Tuttavia, in piccole quantità, non annullerà tutti i benefici del digiunoQuindi, dipende da te, se includerlo nella tua razione o meno. Ma se hai intenzione di rompere comunque un digiuno, allora dovresti farlo meglio mangiando qualcosa che sarà meno ricco di calorie e promuoverà una salute migliore. Ricorda che il tuo benessere è la tua priorità numero uno. Se ritieni di dover apportare modifiche al tuo attuale piano nutrizionale, consulta uno specialista. Integra la tua dieta con un po ‘di esercizio per raddoppiare i risultati.

DISCONOSCIMENTO:

Questo articolo è inteso solo a scopo informativo generale e non affronta circostanze individuali. Non è un sostituto della consulenza o dell’aiuto professionale e non dovrebbe essere invocato per prendere decisioni di alcun tipo. Qualsiasi azione intrapresa in base alle informazioni presentate in questo articolo è strettamente a proprio rischio e responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *