Quanto è buono saltare i pasti per perdere peso?

Ammettiamolo, se ci rendiamo conto di aver guadagnato qualche chilo di troppo e vogliamo provare a perderli, la prima idea che ci viene in mente è quella di saltare alcuni pasti durante il giorno, convinti che sia il modo migliore per perdere peso e anche in poco tempo. In realtà, non si può dire che smettere di mangiare non faciliti la perdita di peso, questa idea non è del tutto priva di significato.

Tuttavia, saltare i pasti non ci aiuterà a perdere peso e, in effetti, potrebbe farci ottenere l’effetto opposto, che è l’aumento di peso. Se ci pensiamo, nel pomeriggio abbiamo iniziato a sentirci un po’ affamati, e ignorando questa sensazione, siamo arrivati a cena mangiando tutto quello che potevamo portare in tavola.

Spesso, infatti, “saltare” un pasto si traduce nel “passare” al pasto successivo ciò che abbiamo precedentemente evitato, vanificando il sacrificio fatto. Anche quando ciò non accade, cioè quando siamo stati in grado di non recuperare ciò che avevamo saltato, il nostro corpo soffre, poiché si adatta risparmiando energia, cioè evitando di bruciare e sfruttando le riserve acquisite.

Inoltre, non è detto che il corpo riuscirà sempre ed efficacemente a mantenere l’equilibrio dei carboidrati, fondamentale prima per il cervello e poi anche per i muscoli. Il calo dei livelli di zucchero che si verificherà a seguito del digiuno determinerà la necessità di recuperarli il prima possibile, con una maggiore probabilità di successive abbuffate.

La conseguenza del digiuno sarà che nelle ore successive saremo stanchi, probabilmente avremo difficoltà a concentrarci e se abbiamo saltato la cena avremo difficoltà ad addormentarci. Il digiuno induce inoltre un risparmio energetico che, nel tempo, diminuirà la massa magra e aumenterà l’accumulo di grasso con il conseguente rallentamento del metabolismo.

Inoltre, un pericolo importante che corre quando si salta un pasto è la disidratazione, perché non solo quando mangiamo accompagniamo il cibo con acqua, ma gli stessi alimenti sono fonti di liquidi, essenziali per il corretto funzionamento del nostro corpo.

Un altro fattore da considerare è il messaggio sbagliato che raggiunge il nostro corpo, per il quale la regolarità è fondamentale, e certamente, saltare i pasti qua e là, altera l’equilibrio e manda il nostro corpo alla confusione, quindi i segnali di appetito e sazietà ne risentiranno.

Inoltre, saltare i pasti nel tentativo di perdere peso è molto dannoso, perché il peso non si perde non mangiando, ma mangiando bene e consapevolmente, anche perché spesso saltare un pasto porta automaticamente a mangiare troppo al pasto successivo, per una sorta di compensazione, anche psicologica. Un’eccezione è la cosiddetta dieta a digiuno intermittente, un tipo di dieta che consiste nel saltare alcuni pasti seguendo uno schema specifico e che, se effettuata sotto la supervisione di uno specialista, può portare alcuni benefici.

Conclusioni

Evitare i pasti, quindi, non è mai una buona idea, e se lo fai per perdere peso, ci sono alternative che invece funzionano e ci garantiscono una perdita di peso duratura. Invece di non consumare alcuni pasti, infatti, dovremmo semplicemente mangiare meno e soprattutto mangiare cibi che riempiono la sensazione di fame fornendo i giusti nutrienti, che possono darci energia in modo sano.

Infatti, possiamo sostituire un pasto composto da diversi piatti con un pasto leggero, povero in quantità, ma ricco di verdure, che con la fibra riempirà la sensazione di fame e ci aiuterà a metabolizzare altri nutrienti e con minerali e composti antiossidanti che porteranno molteplici benefici al nostro corpo.

Come sempre, dovremmo sempre incorporare un po ‘di attività fisica nelle nostre giornate. Questi sono piccoli consigli, semplici da mettere in pratica, che ti daranno un risultato sicuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *