La Dieta Alcalina: Uno Sguardo Critico alle Sue Promesse

La dieta alcalina è un regime alimentare basato sull’idea che alcuni alimenti possano modificare il pH del corpo, rendendolo più alcalino (basico) e meno acido. Secondo questa teoria, un pH corporeo acido è associato a un rischio maggiore di malattie, incluso il cancro, mentre un ambiente alcalino favorirebbe la salute.

La scala del pH va da 0 a 14:

  • 0 a 7: ambiente acido
  • 7: ambiente neutro
  • 7 a 14: ambiente alcalino

I sostenitori di questa dieta affermano che si possa “alcalinizzare” il corpo consumando più frutta e verdura ed evitando alimenti come latticini, carne, pesce, uova e cereali. Questi alimenti, secondo la teoria, generano una “cenere acida” nell’organismo.

La dieta alcalina funziona davvero?

Influenza sul pH sanguigno:
Il corpo umano è progettato per mantenere un pH sanguigno costante, generalmente compreso tra 7,35 e 7,45. Questo equilibrio è cruciale per il funzionamento ottimale di molti processi fisiologici. La ricerca scientifica ha dimostrato che la dieta non può cambiare significativamente il pH del sangue. Uno studio pubblicato su Osteoporosis International sostiene che l’alimentazione non può modificare in modo significativo l’equilibrio acido-base del sangue.

Relazione con il cancro:
Una delle affermazioni più popolari è che la dieta alcalina possa prevenire il cancro. Tuttavia, i dati scientifici disponibili non supportano questa idea. Secondo l’American Institute for Cancer Research (AICR), non esistono prove sufficienti per affermare che questa dieta possa prevenire o curare la malattia.

Salute delle ossa e osteoporosi:
I sostenitori della dieta affermano che il corpo estrae il calcio dalle ossa per bilanciare il pH sanguigno, contribuendo così all’osteoporosi. Tuttavia, uno studio del 2009 pubblicato sul Journal of Bone and Mineral Research ha dimostrato che, sebbene un maggiore consumo di proteine aumenti l’escrezione di calcio, questo non proviene dalle ossa.

Funzione renale e acidità:
Alcuni sostenitori affermano che la dieta alcalina possa ridurre l’acidosi metabolica e migliorare la salute dei reni. Un articolo pubblicato nel Journal of Renal Nutrition ha concluso che non ci sono prove sufficienti per affermare che questa dieta abbia effetti protettivi sulla salute renale.

Considerazioni finali sulla dieta alcalina

L’organismo è estremamente efficiente nel mantenere un equilibrio acido-base nel sangue, rendendo quasi impossibile alterarlo in modo significativo attraverso la dieta. Sebbene la dieta alcalina promuova il consumo di frutta e verdura, esclude anche alimenti ricchi di proteine e altri nutrienti benefici, come latticini, carne e pesce.

È fondamentale consultare un nutrizionista o un medico prima di intraprendere una dieta specifica. Le “diete miracolose” spesso promettono risultati irrealistici, quindi è meglio mantenere un’alimentazione equilibrata e basata su prove scientifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *